“Tradurre la letteratura”

[category letteratura]

"Tradurre la letteratura" – Fondazione Unicampus San Pellegrino e Università
degli Studi Link Campus University
XVI GIORNATE DELLA TRADUZIONE LETTERARIA
5 -7 ottobre 2018 – Link Campus University, Casale di San Pio V, Roma

A cura di Stefano Arduini e Ilide Carmignani

Dal 5 al 7 ottobre, presso l’Università Link Campus di Roma (Casale di
SanPio V), si svolgerà, sotto gli auspici del Centro per il libro e la
lettura,
con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali,
dell’Instituto Cervantes e delle Biblioteche di Roma, e con la
collaborazione dell’Institut français d’Italie e del Goethe Institut, la XVI
edizione delle Giornate della traduzione letteraria. Professionisti
dell’editoria, scrittori, studiosi e naturalmente traduttori si alterneranno
in seminari e dibattiti per analizzare tematiche e orizzonti di un mestiere
che, come scrive Susan Sontag, è il sistema circolatorio delle letterature
del mondo.

Viene conferito il Premio “Giovanni, Emma e Luisa Enriques" – Giornate della
traduzione letteraria. Il Premio viene assegnato dalla giuria, composta da
Ernesto Ferrero, Stefano Arduini e Ilide Carmignani, a traduttori letterari
per l’insieme della loro attività o a personaggi del mondo culturale che si
sono contraddistinti per il loro impegno a favore della traduzione.
Vincitore di questa edizione è Giorgio Amitrano.
A tutti gli iscritti Zanichelli offre in omaggio la consultazione
gratuita per 90 giorni del vocabolario di italiano Zingarelli 2019 e del
dizionario inglese-italiano Ragazzini 2019. Aggiornati ogni anno, i
dizionari Zanichelli sono ricchi di informazioni e facili da consultare,
contengono indicazioni per usare la lingua correttamente e con maggiore
consapevolezza, evitando errori e falsi amici. La versione digitale consente
ricerche a tutto testo, ricerche avanzate e ricerche per forme flesse e
contiene la pronuncia sonora di tutte le parole.
A tutti gli iscritti verrà dato in omaggio il codice per la consultazione
online per un mese del Nuovo Devoto-Oli 2019, il vocabolario dell’italiano
contemporaneo. Una nuova idea di vocabolario che risponde alle esigenze del
lettore contemporaneo. Facilità di consultazione, riscrittura delle voci,
rubriche di ‘pronto soccorso linguistico’, integrazione tra versione
cartacea e digitale sono alcune delle più importanti novità.

Viene bandita una nuova edizione del Premio HarperCollins Italia. A
breve, gli interessati potranno scaricare il brano da tradurre dal sito
delle Giornate: http://traduzione-editoria.fusp.it/ I partecipanti dovranno
inviare la traduzione in formato cartaceo più cd con file, unitamente alla
fotocopia del versamento d’iscrizione alle XVI Giornate (effettuato entro la
data delle Giornate stesse), ai seguenti indirizzi: HarperCollins Italia,
Viale Monte Nero, 84 – 20135 MILANO e Fondazione Unicampus San Pellegrino,
via Massimo D’Azeglio 8, Misano Adriatico 47843 Rimini. L’invio dovrà
avvenire entro e non oltre il 28 febbraio 2019; per le spedizioni giunte
oltre il 28 febbraio farà fede il timbro postale. Sulle buste deve essere
chiaramente indicato: Premio HarperCollins Italia. La redazione valuterà, a
suo insindacabile giudizio, tutti gli elaborati e premierà la versione
migliore, offrendo un contratto per la traduzione di un libro. Al vincitore
verrà comunicata la notizia tramite posta elettronica e/o telefonicamente.
La premiazione avverrà nell’ambito delle Giornate della Traduzione 2019.
Rai Radio 3 è media partner della manifestazione.
La partecipazione alle XVI Giornate della Traduzione dà diritto a 16 CFP
validi per il programma di formazione continua AITI.
I docenti del MPI hanno la possibilità di effettuare l’iscrizione alle
Giornate tramite bonus generato con Carta del docente sulla piattaforma
ministeriale S.O.F.I.A.
Le iscrizioni alle XVI Giornate (120 euro per i tre giorni) resteranno
aperte fino a esaurimento dei posti disponibili. I seminari sono a numero
chiuso e l’ammissione sarà determinata dall’ordine di iscrizione al convegno
(data della ricevuta del bonifico).
La segreteria sarà disponibile per l’accoglienza ai partecipanti dalle ore
9.00 di venerdì 5 ottobre presso Palazzo Romagnoli. Per avere accesso alla
manifestazione è assolutamente necessario registrarsi e indossare il badge.
Info e iscrizioni online:
http://traduzione-editoria.fusp.it/giornate-traduzione-letteraria
Segreteria organizzativa: Roberta Fabbri e Monica Bianchini. Social media
manager: Chiara Balestri.
Per informazioni: giornatedellatraduzione@fusp.it; tel. 0541 610010
Ufficio stampa: 328.7638937
http://www.facebook.com/GiornateTraduzioneLetteraria

PROGRAMMA

VENERDÌ 5 OTTOBRE

ore 14.00
Saluti delle Autorità: Juan Carlos Reche Cala (Istituto Cervantes), István
Puskás (Accademia d’Ungheria), Alexey Varlamov (Maxim Gorky Literary
Institute – Mosca)
Apertura delle Giornate: Stefano Arduini, Ilide Carmignani

ore 14.45
Seminari

ore 16.15
Lorenzo Flabbi (L’Orma) e Isabella Ferretti (66thand2nd) presentano ADEI –
Associazione Degli Editori Indipendenti

ore 17.00
Sandro Veronesi dialoga con la sua traduttrice Dominique Vittoz (Institut
français d’Italie)
Coordina Ilide Carmignani
(Aperto a tutti)

Ore 19.30
Diario di traduzione di Mónika Szilágyi: Dezső Kosztolányi, Anna Édes
(Edizioni Anfora)
In collaborazione con l’Accademia d’Ungheria
(Riservato ai partecipanti delle Giornate, presso l’Accademia d’Ungheria in
Roma, Via Giulia 1; seguirà rinfresco.)

SABATO 6 OTTOBRE

ore 9.00
Seminari

ore 10.30
Conferimento Premio di traduzione “Carmela Oliviero”
Michele Porciello (Università di Genova)
Proclamazione del vincitore Premio HarperCollins 2017
Alessandra Roccato (HarperCollins Italia)

ore 11.00
Incontro con Stefano Mauri (GEMS)
Coordinano Stefano Arduini e Ilide Carmignani

ore 12.00
Seminari

ore 14.30
Seminari

Ore 16.00
Seminari

Ore 17.30
Conferimento Premio di traduzione “Giovanni, Emma e Luisa Enriques"
Lorenzo Enriques
Discorso di premiazione
Giorgio Amitrano

ore 18.15
Presentazione del volume
Elena Di Giovanni e Serenella Zanotti, “Donne in traduzione” (Bompiani)
Saranno presenti le autrici
Coordina Stefano Arduini
(Aperto a tutti)

DOMENICA 7 OTTOBRE

ore 9.30
Seminari

ore 11.00
Seminari

SEMINARI
1. Angela Albanese (Università di Verona), Misteri buffi e salti
mortali: tradurre per il teatro
2. Massimo Arcangeli (Università di Cagliari), Neologismi traduttòri
lungo mille (e più) anni di storia linguistica italiana
3. Maria Baiocchi, Sotto il segno di John Coetzee
4. Monica Bedana, La nuova vita della traduzione letteraria nelle aule
di lingua straniera. Come, quando e perché
5. Tiziana Bello (minimum fax), Il traduttore e la casa editrice: il
contratto
6. Carlotta Biancani e Maria Chiara Piccolo (Zanichelli), Il lavoro
lessicografico e il traduttore
7. Luca Briasco (minimum fax), Tradurre il genere: da Jim Thompson a
Joe Lansdale, fino a Stephen King
8. Emanuelle Caillat (FUSP), Patrick Modiano: tradurre immersi nella
nebbia di Parigi
9. Mattia Carratello (Sellerio), Maledette classifiche. Il mercato dei
libri e il lavoro editoriale
10. Francesca Corrao (LUISS), Tradurre l’intraducibile: le sfide della
poesia araba
11. Anna D’Elia, Tradurre per la scena: ancoraggi ritmici e fedeltà
distorsive
12. Michela Finassi Parolo, Le acrobazie del traduttore (spagnolo)
13. Alexandra Foresto (Accademia d’Ungheria in Roma), Laboratorio di
traduzione dall’ungherese
14. Alexandra Foresto (AITI) ed Irene Sorrentino (AITI), Tradurre dal
finlandese e dall’ungherese: missione, avventura, intrigo o vocazione?
15. Luca Formenton (il Saggiatore), "Sogni" di Arthur Schnitzler. Storia
di un’edizione
16. Carlo Gallucci (Gallucci), L’ingannevole semplicità delle traduzioni
dei libri per ragazzi
17. Daniele A. Gewurz, Laura Fermi traduttrice di sé stessa
18. Giovanni Giri (FUSP), Gentilmente senza strappi al motore. Gli
errori tipici dell’aspirante e dell’esordiente
19. Biancamaria Gismondi (Le Monnier), Le parole della discriminazione:
razza ed etnia, negro, nero e di colore, che cosa dice davvero il
vocabolario
20. Gaja Lombardi Cenciarelli, Margaret Atwood: da "Il racconto
dell’ancella" a "Fantasie di stupro"
21. Maria Rita Masci, L’introduzione della letteratura cinese in Italia:
il ruolo del traduttore
22. Alessandra Mauro (Contrastobooks), Le parole della fotografia
23. Mariagrazia Mazzitelli (Salani), Che cosa chiede un editore a un
traduttore?
24. Parole Migranti, Più occhi vedono le sfumature, più orecchie sentono
i sussurri: la pratica collaborativa nell’ambito della traduzione
letteraria.
25. Franco Nasi (Università di Modena e Reggio Emilia), Sottomarini
gialli e acrostici obliqui: traduzioni estreme tra Poe e i Beatles
26. Alessandra Petrelli, Tradurre la fantasia: spunti per la traduzione
di libri per l’infanzia
27. Tommaso Pincio, Dracula e la trasformazione di sé
28. Patrizia Raveggi (JAK- RS: Agenzia Slovena del Libro della
Repubblica di Slovenia), Dal diario di un traduttore dallo sloveno:
"conifere e latifoglie, orsetti, piccole api e un riccio maniaco sessuale:
editore cercasi."
29. Juan Carlos Reche Cala (Instituto Cervantes), La adaptabilidad dela
poética del traductor de poesía
30. Lorenzo Ribaldi (La Nuova Frontiera), Quindici anni attraversando le
frontiere delle letterature latinoamericane: La Nuova Frontiera Edizioni
31. Stefania Ricciardi (Vrije Universiteit Brussel), Ritradurre "Moneta
del sogno" di Marguerite Yourcenar.
32. Giuliana Schiavi (SSML Vicenza), Insegnare a tradurre? Dove, come,
quando e perché
33. Alessandra Roccato (HarperCollins), Prima e dopo la traduzione: il
percorso di un libro in una casa editrice internazionale
34. Roberto Serrai, Qui comincia l’avventura / della scheda di lettura
35. Evgeniy Solonovich, “La dea cieca e veggente” di Tommaso Landolfi:
tra l’imperativo dell’originale e una strategia traduttiva
36. Mónika Szilágyi (Edizioni Anfora), István Puskás (Accademia
d’Ungheria in Roma), Una lingua piccola e una letteratura grande: presentare
la letteratura ungherese nell’Italia del nuovo millennio
37. Anita Vuco, L’elencazione come procedimento letterario: in Danilo
Kiš e Vladimir Tasić

Annunci

“Tagliate ancora con cura ogni parola”…Per fare una poesia dadaista di Tristan Tzara

La Sfinge Senza Enigmi (per una poesia sopravvivente)

VIII

PER FARE UNA POESIA DADAISTA

Prendete un giornale.
Prendete un paio di forbici.
Scegliete nel giornale un articolo che abbia lunghezza
che voi dare alla vostra poesia.
Ritagliate l’articolo.
Tagliate ancora con cura ogni parola che forma tale articolo
E mettete tutte le parole in un sacchetto.
Agitate dolcemente.
Tirate fuori le parole una dopo l’altra, disponendole nel-
l’ordine con cui le estrarrete.
Copiatele coscienziosamente.
La poesia vi rassomiglierà.
Ed eccovi diventato uno scrittore infinitamente originale e
fornito di una sensibilità incantevole, benché, s’intende, in-
compresa dalla gente volgare.

Tristan Tzara pseudonimo di Samuel Rosenstock (16 aprile 1896 – 25 dicembre 1963 ) in Manifesto sull’amore debole e l’amore amaro letto a Parigi il 12 dicembre 1920 e pubblicato nel 1921.

Testo tratto da M. De Micheli , “Le avanguardie artistiche del Novecento”, Milano, 1986, p. 313

***************

Pour faire un poème dadaïste

Prenez un journal.
Prenez des ciseaux.
Choisissez dans ce journal un article ayant la longueur que vous comptez donner à votre poème.

View original post 199 altre parole

IL LIBRO VIENE DA TE

TITOLO DEL PROGETTO: IL LIBRO VIENE DA TE

http://www.arkayouthcenter.com

La durata del progetto: anno scolastico settembre – giugno da ripeterlo ogni anno

Aria geografica: Regione di Scutari (Albania)

  

Descrizione del progetto

In base all’indagine effettuata in alcuni comuni e unità amministrative all´interno del distretto di Scutari, abbiamo rilevato una totale assenza di biblioteche e librerie.

Tale problema potrebbe risultare secondario nel contesto dello sviluppo socio-economico delle rispettive aree, ma dal punto di vista della crescita culturale e dello sviluppo sociale nei bambini e tra i giovani è di prioritaria importanza, che richiede un intervento immediato e tempestivo.

Questa necessità è stata rilevata non solo sulla base della semplice osservazione dei rispettivi territori, ma anche dei bisogni che i giovani presentano.

 

Per evidenziare questo bisogno dei giovani noi ci siamo basati anche nei questionari realizzati con 400 giovani durante l’implementazione del progetto YOU POWER finanziato dalla Commissione Europea. Questo progetto ha reso attivi molti giovani da diversi territori del comune di Scutari, Malesia e Madhe e Vau Dejes, e incrementando la loro autostima sulla partecipazione attiva. Con l’attivazione dei giovani, la creazione del Consiglio Giovanile come una struttura che farà da ponte intermedio tra tutti i giovani e l’amministrazione locale, è aumentata la fiducia in loro per tutto quello che possono ottenere e che la loro voce arrivi fino alle strutture che prendono le decisioni per i bisogni che hanno questo targhet group.

Tale esperienza positiva e tante altre attività organizzate dal Centro Giovanile Arka con i giovani di tutto il territorio in ambito artistico, culturale, sociale, e anche nella formazione e nella loro partecipazione attiva, fa di questo Centro Giovanile una alternative importante per la mobilizzazione e il supporto dei giovani.

Lo sfruttamento dei spazi del Centro con minibiblioteca che offre delle possibilità nel campo di letteratura, anche gli incontri con scrittori giovani e famosi per parlare e commentare su opere diverse letterarie con i giovani, sono stati ben sfruttati dal Centro Giovanile Arka per valorizzare e promuovere l’interesse per i libri nei giovani. Partendo da queste attività si è notato che l’assenza dell’accesso sui libri in un territorio geograficamente ampio ed è necessario intervenire.

È abbastanza evidente infatti che l’assenza di biblioteche e librerie costituisce una vera e propria problematica tra gli studenti, che nelle diverse scuole hanno richiesto in tal senso un intervento per porre fine a tale mancanza, in particolare nel comune di Vau-Dejes con tutte le sue unità amministrative, a Hajmel, Bushat, come pure nel comune di Malesi e Madhe con tutte le unita amministrative, a Dedaj, Rec ecc.. e anche nelle unità amministrative del comune di Scutari come a Dajc, Berdicë, Postribë etc.

L´assenza di biblioteche o librerie dovrebbe essere considerata veramente una problematica in quanto il numero di bambini e giovani in queste aree è considerevole: ,,,, Approssimativamente 600 studenti ne beneficeranno.

L’intervento a questo riguardo stimolerebbe nei bambini e nei giovani un maggiore desiderio di leggere perche la lettura e uno strumento importante per aumentare l’informazione, per la crescita culturale e artistica dei bambini, per migliorare la comunicazione riducendo il tempo di utilizzo dei telefoni cellulari, il cui utilizzo può costituire una barriera per bambini e adolescenti.

La mancanza di strutture ricreative in molte unità amministrative del centro e della periferia, condiziona negativamente la scelta da cosa fare nel tempo libero tra i bambini e giovani in queste aree, impedisce il coinvolgimento sociale. Ma la ridotta presenza di tali strutture e dovuta anche alla mentalità diffusa nell’area in base alla quale i bambini e i giovani restanoa casa da soli dopo la fine della scuola. In questa circostanze, una buona opportunità per trascorrere il tempo libero è costituita dalla lettura di libri che possono essere libri artistici, libri scientifici, libri con informazioni supplementari sul programma scolastico, ecc.

La familiarizzazione con la lettura potrebbe essere una soluzione positiva per una migliore formazione di bambini e giovani, ma anche un buon modo per trascorrere il tempo libero. In attesa di ovviare al problema dell’assenza di librerie e di biblioteche si potrebbe pensare temporaneamente ad una biblioteca mobile.

Questa libreria mobile sostituisce locali fissi, come le biblioteche o quelle che sono in costruzione, accessibili solo dai residenti dell’area in cui si trovano, mentre la biblioteca mobile consente l’accesso a bambini e giovani di tutte le aree che saranno incluse nel calendario della biblioteca itinerante.

Questa soluzione sarebbe un’innovazione per l’intera regione e oltre, dando un impatto positivo al progetto non solo per i beneficiari diretti ma per l’intera comunità.

Scopo del progettò

Tutti insieme per promuovere i valori del libro, nella educazione dei giovani e nel incoraggiare il lettore a leggere, offrire opportunità per essere più vicini al libro. Lo slogansara: il libro e il mio amico.

Obbiettivi

Promuovere il libro come uno degli strumenti per la crescita culturale e l’espansione delle informazioni

Obbiettivo Specifico 1:

Maggiore possibilità di utilizzò del libro, creazione di spazi appropriati per la presa in prestito o l’acquisto dei libri.

Obbiettivo Specifico 2:

Scambio di esperienze positive con bambini e altri giovani attraverso attività ludiche.

La realizzazione degli obbiettivi fino al raggiungimento dello scopo del progetto si farà tramite l’organizzazione delle seguenti attività:

 

Attività 1:

    1. Identificazione dei villaggi che saranno inclusi nel progetto, prendendo in considerazione le aree adiacenti alle scuole superiori o alle scuole elementari.
    2. Incontro con gli insegnanti e non solo per avere idee sui tipi di libri che interessano ai giovani, come di letteratura, scientifici, storici ecc.
    3. Incontri nelle scuole o nei centri dei villaggi con la partecipazione di bambini e giovani nell’area per la presentazione del progetto e delle attività da svolgere.

Attivita 2:

    1. Adeguatezza del mezzo di trasporto (camper) che verrà utilizzato come biblioteca mobile.
    2. La raccolta dei libri che faranno parte della biblioteca e che saranno utilizzati da lettori.
    3. Realizzazione dell’itinerario e definizione dello spazio della biblioteca mobile in ogni area prestabilita nel progetto.

 

Attivita 3

    1. Coordinamento del lavoro con gli insegnanti scolastici per lo sviluppo di ore di lezione aperte alla comunità.
    2. Lo sviluppo delle attività conclusive in ciascuna zona e la definizione del metodo per la continuità di questo servizio.
    3. Previsione di attività in ogni scuola con poesia e musica.
    4. Uso di metodi specifici per incentivare la partecipazione da parte di bambini e adolescenti.
    5. La realizzazione di incontri aperti al pubblico nelle scuole già selezionate dedicati alla discussione di un libro.

 

Marjan Lukani – Coordinatore

Indirizzo:

IPSIA – Patronato ACLI in Albana

Rruga “Paloke Kurti”, n.1, Shkoder, Albania

marjan.lukani@acli.it – marjan.lukani10@gmail.com

Tel.pers.: +355 (0)684072096

“CON GLI OCCHI DEI POETI” e con “Testimonianze”, alle Murate, il 19 Settembre, ore 17.

[category: letteratura]

il 19 Settembre, a Firenze, a partire dalle ore 17.00,

presso la sala Muse/Progetti Arte Contemporanea,

alle Murate (Piazzale delle Murate), verrà presentato il volume speciale di

"Testimonianze" dal titolo "CON GLI OCCHI DEI POETI".

Interverranno: Sauro Albisani (drammaturgo e scrittore),

Mariella Bettarini (editrice e scrittrice),

Rosalba de Filippis (scrittrice e poetessa),

Sergio Givone (scrittore e docente all’Università di Firenze),

Davide Rondoni (poeta e scrittore) e

Severino Saccardi (direttore di "Testimonianze").

Introduce e coordina: Roberto Mosi (scrittore e presidente di "Testimonianze").

Interventi musicali di Chiara Ciribello.

L’ingresso è libero.

“CON GLI OCCHI DEI POETI” e con “Testimonianze”, alle Murate, il 19 Settembre, ore 17.

[category: letteratura]

il 19 Settembre, a Firenze, a partire dalle ore 17.00,

presso la sala Muse/Progetti Arte Contemporanea,

alle Murate (Piazzale delle Murate), verrà presentato il volume speciale di

"Testimonianze" dal titolo "CON GLI OCCHI DEI POETI".

Interverranno: Sauro Albisani (drammaturgo e scrittore),

Mariella Bettarini (editrice e scrittrice),

Rosalba de Filippis (scrittrice e poetessa),

Sergio Givone (scrittore e docente all’Università di Firenze),

Davide Rondoni (poeta e scrittore) e

Severino Saccardi (direttore di "Testimonianze").

Introduce e coordina: Roberto Mosi (scrittore e presidente di "Testimonianze").

Interventi musicali di Chiara Ciribello.

L’ingresso è libero.

20/09/2018: Dentelles de Lumière – Inaugurazione

logo

Dentelles de Lumière – Inaugurazione [20/09/2018, ore 17]

Il Direttore dell’Academia Belgica, Wouter Bracke, insieme a Patricia Emsens, mecenate, hanno il piacere di invitare la S.V. all’inaugurazione dell’installazione permanente d’arte contemporanea dell’artista

Adrien Lucca

Dentelles de Lumière – allégorie de la recherche

20/09/2018, a partire dalle ore 17

(si prega di rispondere entro il 10/09/2018: inviti)

“Dentelles de Lumière – allégorie de la recherche” è l’ultima opera pubblica commissionata di Adrien Lucca. Si tratta di un’installazione in situ permanente, geometrica e non figurativa, dispiegata su cinque grandi finestre situate all’esterno della biblioteca dell’Academia Belgica, di fronte alla parete ovest dell’Accademia d’Egitto a Roma.

“Dentelles de Lumière – allégorie de la recherche” è il risultato di una ricerca sulla luce naturale, il vetro e la matematica condotta durante cinque mesi di residenza presso l’Academia Belgica.

Per consentire una miglior comprensione del lungo processo creativo, questa inaugurazione sarà preceduta da una presentazione dall’artista stesso.

L’inaugurazione dell’installazione conclude il mandato del Prof. Bracke come direttore dell’Academia Belgica.

Programma: ore 17 – presentazione / ore 18-21 – ricevimento

Senza titolo-3

Dentelles de Lumière – allégorie de la recherche on YouTube

Con il sostegno della Fédération Wallonie-Bruxelles.

WBI

Academia Belgica – Via Omero 8, Roma – www.academiabelgica.it

index.php?option=com_acymailing&ctrl=stats&mailid=141&subid=757

Mostra Mercato Nazionale del Libro Antico e della Stampa Antica – Città di Castello, 31 agosto-1/2 settembre 2018

[catogory libri]

Image
Mostra Mercato Nazionale
del Libro Antico e della Stampa Antica

31 agosto – 1/2 settembre 2018, Città di Castello (PG)

Image
La Mostra Mercato Nazionale del Libro Antico e della Stampa Antica si svolge a Città di Castello (Pg) e giunge alla XVIII edizione.

Oltre 45 operatori italiani ed esteri (librerie antiquarie e venditori di stampe e cartografia), alcuni dei quali leader di settore a livello internazionale, proporranno rarità bibliografiche originali come manoscritti miniati, incunaboli, cinquecentine, libri di varie epoche rari e di pregio, fotografie, incisioni, litografie, cartografia, stampe decorative e quant’altro inerente la bibliofilia e relativo collezionismo.

La Nuova Sede è Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, uno dei palazzi più belli della città, di impronta tardo rinascimentale, ed edificato ad opera di Paolo Vitelli attorno al 1570. A piano terra verranno accuratamente allestiti oltre 45 stand disposti in un percorso sistematico ma dinamico e tali da consentire una esposizione delle proposte gradevole e ordinata.

L’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, impresa strumentale della Fondazione Cassa di Risparmio, organizza e gestisce l’evento a Città di Castello (PG), dove l’arte tipografica presente a partire dal XVI sec., rappresenta oggi, in ambito industriale grafico/cartotecnico, un comparto di consistente valore economico e di primaria importanza nazionale.

INFORMAZIONI

31 AGOSTO 1-2 SETTEMBRE 2018 CITTÀ DI CASTELLO (Pg)
Palazzo VItelli a Sant’Egidio – Piazza Garibaldi n.2
Ingresso libero
Orario continuato 9.30-19.30
31 agosto 15.00-19.30
(Riservato operatori commerciali 14 -15)

Facebook
YouTube
Instagram
Web Site
Il nostro indirizzo mail:
info@maremagnum.com
© Maremagnum.com S.r.l. – Sede Legale: Largo Schuster 1, 20122 Milano – Italia C.F./Partita IVA 13162270154