Linguaculture

maggio 21, 2015

Arrivano le Piazze del Libro!

Filed under: libri — Linguaculture @ 8:01 am
logo
Newsletter​ 7/2015
Arrivano le Piazze del Libro!
Roma, 20 maggio 2015

Prosegue con vivacità Il Maggio dei Libri 2015, che ha battuto il record della precedente edizione: sono già 3.278, infatti, gli eventi organizzati, consultabili nella banca dati sul sito www.ilmaggiodeilibri.it. Un’onda di passione per i libri che non accenna a scemare, mentre la quinta edizione della campagna si avvicina alla volata finale.

Nel frattempo, in alcune piazze italiane si respira un’atmosfera di attesa: sono infatti al lavoro in questi giorni per ultimare i preparativi… Dal 21 maggio al 2 giugno indosseranno abiti nuovi e saranno Piazze del Libro, offrendo tanti ricchi programmi di eventi in contemporanea – realizzati in collaborazione con l’Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani – in una missione comune: contagiare gli italiani da Nord a Sud con un’inguaribile voglia di leggere, di scoprire nuove storie, e tuffarsi in pagine e pagine. Seguendo la storica Fiera dei Librai a Bergamo, ispiratrice dell’iniziativa, le città che hanno aderito sono: Bergamo, Catanzaro, Foggia, Lecce, Rivoli Torino, Sassari, Tricase, Trieste, Ventotene. Le occasioni di incontro e riflessione sono davvero variegate: a Catanzaro, per esempio, fra il 21 e il 31 maggio ci saranno letture animate e laboratori didattici per le scuole, incontri con autori come Mimmo Gangemi, Giuseppina Torregrossa, Lou Palanca, Margherita Oggero, John Peter Sloan, Paolo Mieli, Beppino Englaro. Oppure, a Rivoli Torino, la 10a Fiera del Libro – dal 21 maggio al 3 giugno – offrirà ai cittadini metri e metri di libri, inframmezzati da recite poetiche, animazioni per bambini, letture per ragazzi, incontri con scrittori, e la presentazione dei sei volumi finalisti del 63° Premio Bancarella. A Sassari dal 22 al 30 maggio sono attesi tra gli altri Andrea Vitali, Paola Soriga e Aldo Nove. O ancora: a Lecce dal 21 maggio al 2 giugno ci saranno lectio sulla lettura (tenute tra gli altri da Romano Montroni, Roberto Cotroneo, Piergiorgio Odifreddi), jukebox e flashmob letterari, reading, contaminazioni tra generi come gli electro poems… mentre a Tricase (Lecce), dal 23 maggio al 2 giugno si potranno gustare, insieme ai libri, prelibatezze enogastronomiche del territorio, ci si sfiderà in laboratori di lettura e seminari di scrittura e non mancheranno le opportunità di ascoltare la viva voce degli scrittori, come Fabio Genovesi, Mario Desiati, Alessandro Piperno, Barbara Di Gregorio, Marco Caneschi.

Vi ricordiamo inoltre che c’è ancora tempo per organizzare iniziative e concorre al premio “Il Maggio dei Libri 2015”, che come da tradizione si propone di valorizzare l’impegno di coloro che hanno aderito alla campagna e di incoraggiare la partecipazione alle prossime edizioni. Saranno premiati i cinque migliori progetti di promozione della lettura realizzati nell’ambito di ciascuna delle seguenti categorie: Biblioteche, Scuole, Associazioni culturali, Strutture sanitarie e di reinserimento (carceri, comunità terapeutiche, ecc.), Librerie. A ciascun vincitore delle prime quattro categorie sarà attribuito un premio in libri; alla libreria vincitrice sarà attribuito invece un premio di analoga entità mediante l’acquisto di libri da parte del Centro per il libro e la lettura.

Tutte le informazioni su come aderire alla campagna sono disponibili su www.ilmaggiodeilibri.it e per contatti, condivisione di esperienze e interazioni social l’appuntamento con il Maggio dei Libri è come sempre su Facebook (www.facebook.com/ilmaggiodeilibri ) e su Twitter(https://twitter.com/maggiodeilibri ).

www.ilmaggiodeilibri.it

www.facebook.com/ilmaggiodeilibri

www.cepell.it
© Centro per il Libro e la Lettura

maggio 20, 2015

L’HO VISTA NEI CAMPI DI GRANO , LA PACE! Serata/evento, a “testimonianze”, nel centesimo anniversario dell’ingresso dell’Italia nella “Grande Guerra”

Filed under: incontri — Linguaculture @ 11:07 am

"L’HO VISTA NEI CAMPI DI GRANO, LA PACE!"

è il titolo della serata/evento sulla pace, la convivenza e i diritti umani a cento anni dall’ingresso dell’ Italia nella "Grande Guerra" che si terrà (v. programma allegato) il prossimo 25 Maggio, presso la nuova sede della rivista "Testimonianze" alle "Murate" (ingresso da via Ghibellina, 6, ore 21).

maggio 19, 2015

Farewell, Giorgio Orelli (1921-2013) – Translations from Issue #3, by Marco Sonzogni

Filed under: Uncategorized — Linguaculture @ 1:04 pm

Originally posted on Contrappasso Magazine:

Photo © Theodore Ell Photo © Theodore Ell

Poetry Editor’s note: Contrappasso bids a sad farewell to Giorgio Orelli, who passed away this morning at the age of 92. Below are the five poems of Orelli’s that appeared in Issue 3, translated by Marco Sonzogni. The original Italian version of each poem appears first, followed by its translation in blue. 

*

Quelle farfalle brune,
le più comuni forse del mondo,
immancabili ai nostri picnic
d’agosto quando vagano come stordite dal fiume,
quasi m’hanno sfiorato
sulla collina, zelante drappello
e cauto, che, non più vagando, ha raggiunto
i fiori lilla su gambi lunghi e lì,
perfettamente combaciando le ali,
ognuna su un fiore pareva
suggere il paradiso:

né tu né io quest’anno ci saremmo
ricordati del nostro anniversario
se d’improvviso riaprendosi, prima
di volar via, l’una non avesse,
e l’altra e l’altra, un attimo, mostrato
un 8 limpidissimo, arancione.

(Il collo dell’anitra

View original 1.189 altre parole

maggio 14, 2015

Firenze, 6 giugno 2015, Lost in cooking – Le mani in pasta

Filed under: translations — Linguaculture @ 3:25 pm

Data evento:

Sab, 06/06/2015 – 09:30

LA SEZIONE AITI TOSCANA

in collaborazione con la scuola per stranieri Lorenzo de Medici

È LIETA DI INVITARE TUTTI I SOCI E NON SOCI

al corso interattivo

Lost in cooking – LE MANI IN PASTA

Quando la traduzione incontra il mondo della cucina

Il seminario si terrà il 6 giugno 2015 presso le magnifiche cucine della Scuola Lorenzo de’ Medici in Via Faenza 43 nero a Firenze, e sarà così articolato:

Programma:
Ore 10-12: breve introduzione teorica e preparazione del primo piatto

Pausa di circa 30 minuti per mangiare il primo piatto e soddisfare altre esigenze

Ore 12.30-14.30: preparazione secondo piatto e dolce

Pausa di circa 30 minuti come sopra

Ore 15-17: sessione di sintesi terminologica, domande e risposte.

Obiettivi e target:
Il corso si terrà in inglese, con Renata Petracca, insegnante bilingue ed esperta in arte culinaria, che all’occorrenza parlerà anche in italiano se richiesto dai partecipanti, e si rivolge a tutti coloro che hanno un interesse personale e professionale nel settore culinario. Prevede una partecipazione diretta nella preparazione dei piatti e non solo teoria. Verranno distribuite le ricette scritte in inglese e un piccolo glossario. Il menù scelto è vegetariano per andare incontro alle esigenze dei vegetariani. Si accompagnerà il pranzo con vino e acqua.
Le postazioni ai fornelli possono accogliere un massimo di 16 partecipanti, due per fornello, e non sono ammessi computer, ma solo un piccolo blocco per gli appunti. Si potranno fare eventualmente le foto con i propri cellulari. Il corso si svolgerà prevalentemente in piedi tranne che nella pausa pranzo e durante le parti teoriche in cui ci si potrà sedere.

Profilo della docente:
Laureata presso l’Università di Firenze in Lingue e Letteratura inglese, Renata Petracca, bilingue italo-americana, ha conseguito vari altri diplomi specializzandosi nell’arte culinaria. Da molti anni ormai insegna cucina italiana e mediterranea in generale presso la Scuola per Stranieri Lorenzo de’ Medici trasmettendo la sua passione agli studenti americani e non solo. Insegnare a cucinare i piatti tipici di un luogo vuol dire per lei anche insegnare la cultura del paese, insieme alla lingua e ad altre discipline previste dai programmi della scuola. Uno dei suoi obiettivi è far capire ai suoi studenti proprio questo, andando oltre i traguardi accademici, per trasmettere loro l’arte del ‘buon vivere’ del Mediterraneo.

La partecipazione dà diritto a 10 crediti formativi per i soci AITI.

ISCRIZIONE

Per iscriversi, compilare il presidenza entro il 29 maggio 2015.

Quote di iscrizione:
Early bird: 70 euro per soci

110 euro per non soci

NB: quota early bird entro 15 maggio 2015

Quote standard: 90 euro per soci

150 euro per non soci

(NB: la quota include il corso come da programma, l’assicurazione in caso di infortunio durante la preparazione dei piatti e il pranzo)

Pagamento tramite bonifico bancario a:

A.I.T.I. TOSCANA
presso UNICREDIT BANCA – Agenzia di Arezzo


IBAN: IT 26 U 02008 14110 000041055501
BIC SWIFT: BROMITR1R10



Nella causale specificare: [NOME COGNOME] – Seminario "Lost in cooking – Le mani in pasta" 06/06/2015

ATTENZIONE: l’iscrizione s’intende perfezionata con la compilazione del modulo online e il pagamento della quota d’iscrizione. La data ultima per il bonifico è il 29 maggio 2015.

NB: La quota di iscrizione corrisposta verrà rimborsata solo nel caso di annullamento del corso a causa del mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti e/o circostanze eccezionali. Un socio iscritto che non possa partecipare all’evento in oggetto dovrà rivolgersi alla Commissione Formazione Regionale/Segreteria (a seconda del caso) che si adopererà per trovare un sostituto nell’eventuale lista di attesa. Qualora ciò non sia possibile, per qualsivoglia motivo, non sarà riconosciuto alcun rimborso della quota di iscrizione corrisposta.

AITI TOSCANA si riserva il diritto di annullare il seminario qualora non fosse raggiunto il numero minimo di partecipanti.

Noah Webster Would Have Loved Urban Dictionary

Filed under: Uncategorized — Linguaculture @ 7:06 am

Originally posted on TIME:

In the late 18th century, as the recently independent states were working to define what America was—after fighting with England about what it wasn’t—grammar books were still teaching American children to speak like proper Englishmen and women. The books taught such formal, outdated usages as the correct verb forms for thou (thou goest, thou wilt) and proper uses of shall (used with I and we for simple future, with you, he, she, and they to imply insistence or a threat). They spelled words like flavour, musick, and centre the British way. They also introduced some new restrictions on the language, such as banning prepositions at the end of a sentence, in favor of phrases like, To whom did she speak. And they insisted on using subject pronouns after forms of the verb to be—It is I, It was she.

The approach of the English—and therefore Americans at the…

View original 1.257 altre parole

maggio 8, 2015

Opera: “D’Annunzio Soldato”

Filed under: Uncategorized — Linguaculture @ 5:44 pm

Sarà presentato al Salone Internazionale del libro a Torino.

"D’Annunzio Soldato"

breve descrizione del libro.

http://www.rodorigoeditore.it/prodotto/dannunzio-soldato/

banner_dannunzio_100x200cm_01_low.pdf

maggio 7, 2015

Finissage JOSÉ NOGUERO “Tierras Raras”

Filed under: pittura — Linguaculture @ 8:28 pm

Press Release: Deutsch / Español / English

JOSÉ NOGUERO
„Seltene Erden“

04.04.–09.05.2015

Finissage: Sa. 09.05.2015, 18–21 Uhr + sein neuer Katalog ist anzusehen!

In seiner dritten Einzelausstellung bei Greusslich Contemporary stellt José Noguero eine Auswahl seiner neuen, fulminant gemalten Landschaftsgemälde vor, die so geheimnisvolle Namen tragen wie „Irium“, „Lutetium“ oder „Scandium“. Die Titel verweisen auf gewisse chemische Elemente, nämlich die in der Natur nur in kleinsten Mengen vorkommenden Metalle der seltenen Erden. Der Ausstellungstitel passt zu der ungewöhnlichen Erscheinungsweise der äußerst komplexen Bilder, auf denen sich in vielschichtiger Überlagerung Farben, Formen, Linien und Farbrinnsale energetisch zusammenballen und in wahren Malereigewittern entladen, während sich mit geradezu barocker Dynamik weitgestreckte, grandiose Landschaftsräume öffnen.
Mitunter tauchen in den Bildern geisterhaft die Spuren von Gesichtern und Figuren auf, Überreste von Paraphrasen altmeisterlicher Gemälde, die – typisch für Noguero eigenwillige Arbeitsweise – als Ausgangspunkt seiner Bilderfindungen dienen, bevor sie in einem langwierigen Prozess von Destruktion und Komposition weggemalt bzw. grundlegend transformiert werden. In der Auseinandersetzung mit der Malereitradition und deren Qualitätsanspruch erkundet Noguero die Möglichkeiten einer zeitgemäßen, auf der Höhe des aktuellen Kunstdiskurses agierenden (Landschafts-)Malerei.

José Noguero, geb. 1969 in Barbastro, Huesca (Spanien), lebt und arbeitet seit 1999 in Berlin. Er ist in folgenden Sammlungen vertreten: Museo de Arte Contemporáneo Reina Sofía, Madrid – CAC, Málaga – CDAN, Huesca – ARTIUM, Vitoria-Gasteiz – Fundació Suñol, Barcelona – Diputación General de Aragón – Diputación de Huesca – Ayuntamiento de Pamplona, Navarra – Colección Coca-Cola, Madrid – Künstlerförderung, Berlin.

Die Ausstellung wird in freundlichster Weise von der spanischen Botschaft in Berlin unterstützt.

Español:

JOSÉ NOGUERO
“Tierras raras”

04.04.–09.05.2015

Finissage: Sab. 09.05.2015, 18–21 horas + se puede ver su catalogo nuevo

En su tercera exposición individual en Greusslich Contemporary, José Noguero presenta una selección de sus fulminantes nuevos paisajes, los cuales portan nombres tan misteriosos como „Irium“, „Lutetium“ o „Scandium“. Los títulos remiten a ciertos elementos químicos; “tierras raras” extraños metales que existen en la naturaleza sólo en pequeñas cantidades. El título de la exposición encaja con el peculiar aspecto de estas extraordinariamente complejas obras, en las que, en una superposición de múltiples capas, se acumulan vigorosamente colores, formas, líneas y regueros de color. Todos estos enérgicos elementos pictóricos se descargan en verdaderas tormentas de pintura en unos amplios y exuberantes paisajes.
En ocasiones surgen en la superficie del cuadro misteriosas huellas de rostros y figuras, restos de paráfrasis de pinturas de maestros antiguos, las cuales –algo típico de la original forma de pintar de Noguero – sirven, antes de ser transformadas profundamente a través de un arduo proceso de destrucción y composición, como punto de partida de sus creaciones pictóricas. En diálogo con la tradición pictórica y su excelencia, Noguero explora las posibilidades de una pintura contemporánea “de paisaje” dentro del discurso artístico actual.

José Noguero, nacido en 1969 en Barbastro, Huesca (España), vive y trabaja desde 1999 en Berlín. El está representado en las siguientes colecciones: Museo de Arte Contemporáneo Reina Sofía, Madrid – CAC, Málaga – CDAN, Huesca – ARTIUM, Vitoria-Gasteiz – Fundació Suñol, Barcelona – Diputación General de Aragón – Diputación de Huesca – Ayuntamiento de Pamplona, Navarra – Colección Coca-Cola, Madrid – Künstlerförderung, Berlin.

La exposición está apoyada por la Embajada de España en Berlín.

English:

José Noguero
“Rare Earths”

04.04.–09.05.2015

Finissage: Sat. 09.05.2015, 6–9 pm + his new catalogue is on display

In his third solo-exhibition with Greusslich Contemporary, José Noguero introduces a selection of his new, fulminantly painted landscape paintings, which bear esoteric names such as, "Irium", "Lutetium" or "Scandium". The titles refer to certain chemical elements, namely those rare earth metals which in nature occur only in the tiniest amounts. The title of the exhibition suits the uncommon frequency of these exceedingly complex images, upon which a multilayered interaction of colors, forms, lines and colored rivulets energetically coalesce and discharge in true ‘storms’ of painting, all the while opening to wide-ranging, grandiose landscapes with a positively baroque dynamism.
Now and then in the images traces of faces and figures spectrally emerge, remnants of paraphrases of old master paintings, which – typically for Noguero’s idiosyncratic working method – serve as a point of departure for the invention of his images, before they become respectively painted away or radically transformed through a protracted process of destruction and composition. Noguero, through the confrontation with traditional painting and its claims to quality, explores the possibilities of a contemporary (landscape) painting, operating on the level of current discourse in the arts.

José Noguero, born in 1969 in Barbastro, Huesca (Spain), has lived and worked in Berlin since 1999. He is represented in the following collections: Museo de Arte Contemporáneo Reina Sofía, Madrid – CAC, Málaga – CDAN, Huesca – ARTIUM, Vitoria-Gasteiz – Fundació Suñol, Barcelona – Diputación General de Aragón – Diputación de Huesca – Ayuntamiento de Pamplona, Navarra – Colección Coca-Cola, Madrid – Künstlerförderung, Berlin.

The exhibition is kindly supported by the Spanish Embassy in Berlin.

With warmest regards,
Team of Greusslich Contemporary

Greusslich Contemporary

Buchholzer Str. 11
10437 Berlin

Open: Wed+Thu 4-9 pm, Fri + Sat 1-6 pm
GC on

+49 30 5367 2850
http://www.greusslich-contemporary.de

facebook
instagram

This newsletter is powered by

Domain- und Webhosting
zuverlässig – kompetent –­ ganzheitlich

IL MAGGIO DEI LIBRI 2015 ENTRA NEL VIVO

Filed under: libri — Linguaculture @ 11:01 am
logo
Newsletter​ 6/2015
Il MAGGIO DEI LIBRI 2015 ​entra nel vivo: ​circa 2.300 iniziative tra maratone, book crossing, incontri con gli autori,laboratori per bambini e tante altre avventure

da oggi la Campagna ha un alleato in più nella diffusione della passione della lettura:è online WWW.LIBRIAMOCIASCUOLA.IT

Roma, 6 maggio 2015

Per gli amanti dei libri e gli aspiranti lettori l’atmosfera si fa sempre più calda… E non solo per la primavera inoltrata: è Il Maggio dei Libriche sta entrando nel vivo con circa 2.300 iniziative già inserite nella banca dati.

La quinta edizione della campagna – promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, con il supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani – sta registrando numerose ed entusiastiche adesioni da parte di scuole, piccole librerie, caffè, supermercati, negozi, circoli di lettura. In tutta Italia è un brulicare di attività per organizzare occasioni di incontro intorno a un buon libro, nei luoghi più diversi, per tutte le età e i “palati letterari”. La campagna sboccia anche in numerose piazze d’Italia che dal 21 maggio al 2 giugno diventano le Piazze del libro, con un ricco programma organizzato in collaborazione con l’Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani.

IL MAGGIO DEI LIBRI TI PORTA A…

La porta del Maggio dei Libri è un varco speciale verso una miriade di temi, personaggi, autori mondi: le occasioni per scoprirli sono già più di duemila, scandite dai claim di questa edizione – Leggere. Energia per la mente, Se lo assaggi non smetti più, Leggere ti porta dove vuoi e Leggere è un mondo meraviglioso. Come ogni anno, l’offerta è variegatissima: ci sono per esempio i Librindanza 2015, quarta edizione della manifestazione promossa dall’Accademia Nazionale di Danza a Roma, che dal 6 al 27 maggio invita tutti i partecipanti a donare un libro, un video, una fotografia, per arricchire la Biblioteca dell’Accademia e far crescere il patrimonio artistico-letterario di ciascuno. O Le vetrine raccontano: un concorso a Castellone (Cremona) che dal 1 al 31 maggio sfida negozi di vario tipo ad allestire le proprie vetrine con elementi che rimandino al libro e all’esperienza della lettura. Dalla creatività ai dialetti, il Maggio dei libri porta i lettori in ogni angolo d’Italia, alla scoperta di tradizioni narrative e linguistiche: è il caso delle Maratone di leture di libris in lenghe furlane: nell’ambito della Settimana della Cultura Friulana dal 7 al 17 maggio, una serie di maratone di lettura di libri in lingua friulana per bambini dai 3 ai 6 anni. Una porta, anzi un portone, è quello che si spalanca l’8 maggio con l’inaugurazione del Circolo dei lettori a Novara: All you need is book!, titolo della festa al Broletto, che prosegue fino al 10 maggio, rende bene l’idea di ciò che il pubblico potrà gustare, a cominciare dall’incontro con Federico Rampini che presenta il suo All you need is love. L’economia spiegata con le canzoni dei Beatles (Mondadori). E come nelle precedenti edizioni, anche quest’anno Il Maggio dei libri porta la passione per la lettura oltreconfine: Leggere è un gusto / Le goût de lire, a Liegi (Belgio) il 9 maggio, è una speciale cena letteraria dedicata a Peppino Impastato, nel 37° anniversario della morte, con la presentazione del film I Cento Passi e la mise en espace di una selezione di testi della radiotrasmissione "Onda Pazza" (Radio Aut).

I LIBRI: UNA CHIAVE DI LETTURA PER DECIFRARE IL PRESENTE E NOI STESSI

Fra gli obiettivi del Maggio dei libri c’è sempre stato quello di trasmettere la crucialità della lettura come strumento e non solo attività, indispensabile per tenere il passo di un mondo che cambia velocemente e si arricchisce di nuove sfide, nuove identità. In questo turbinio, non mancano i Momenti di trascurabile (in)felicità, come recita il titolo dell’ultimo libro di Francesco Piccolo – un invito ironico a cogliere il significato profondo di ogni evento del quale siamo protagonisti – e del reading che lo scrittore terrà il 9 maggio a Sesto Fiorentino (Firenze), in occasione della Festa dell’Unione Europea. Sempre nell’ottica della passione letteraria, che segna il vissuto di molti di noi, dal 28 aprile al 20 maggio la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma partecipa al Maggio dei libri con le Passioni del Novecento: un ciclo di incontri, curato da Giuliana Zagra, che vede grandi scrittori o critici incontrare autori più giovani per raccontare il proprio percorso nella letteratura del secolo scorso, a partire dal titolo di un libro scritto da loro stessi. I prossimi appuntamenti sono il 14 maggio per Quartetto per masse e voce sola di Bianca Maria Frabotta, con Giovanna Amato e il 20 maggio per la conclusione conPassioni del Novecento di Giulio Ferroni, con Alessandro Giammei. E poiché la passione per la lettura sboccia fin da piccoli, La festa delle storieil 10 maggio al Circolo dei lettori a Torino è un appuntamento imperdibile: i bambini potranno viaggiare nel mondo fantastico di Hänsel e Gretel fra saloni misteriosi e una ghiotta merenda.

A MAGGIO VIAGGIO NELLE BIBLIOTECHE

Sono moltissime le biblioteche in tutta Italia che in occasione del Maggio dei libri organizzano eventi originali e restano aperte in orari inconsueti, oppure mettono in mostra il proprio patrimonio librario e invitano i più piccoli ad esplorarlo. Così, per esempio, alla Biblioteca Civica G. Mazzini di Arenzano (Genova), con apertura straordinaria nei giorni 9, 16, 23 e 30 maggio, si svolgeranno letture a voce alta per lettori in erba dai 3 agli 8 anni; mentre il 10 maggio la Biblioteca Diocesana Mons. G.F. Sormani a Pennabili (Rimini), aperta in via eccezionale per la Festa Verde, organizza una speciale mostra di libri antichi a tema floreale. A Roma invece, il 14 e 15 maggio, tocca a una biblioteca scolastica aprile le porte per mostrare le ricchezze custodite: con Il design grafico editoriale nei libri della Biblioteca Righi, l’omonimo liceo della Capitale per il quarto anno consecutivo allestito appositamente per il Maggio dei libri una mostra pensata per condurre gli spettatori nel magico mondo dei libri.

IL MAGGIO DEI LIBRI E LA GRANDE STORIA: RACCONTI DALLA PRIMA GUERRA MONDIALE E TESTIMONIANZE SUL DRAMMA DEGLI ARMENI

Dalle storie alla Storia, i libri sono la più efficace forma di testimonianza: resistono al tempo, alle violenze, alla distrazione di un’attualità sempre più veloce. E ogni volta che raccontano ciò che è stato, è come riviverlo: con questo spirito sono partiti, lo scorso 23 aprile, i Libri nel Giro. Pedalate in corsa e in battaglia, che proseguiranno fino al 29 maggio: un Giro d’Italia della Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza, che da Roma a Genova mette “in moto”21 storie per ragazzi nelle biblioteche,21 corridori-postini portano con sé i nomi e la vita di 210 ciclisti bersaglieri caduti nella Prima Guerra Mondiale, e tanti laboratori per i giovanissimi con grandi protagonisti dello sport e del giornalismo. E ancora: la mostra La Bicicletta e la Grande Guerra. Pedalate in corsa e in battaglia, a cura di Fernanda Pessolano con testi di Marco Pastonesi e Attilio Scarpellini (a Genova dal 5 al 29 maggio), collegamenti tv su RaiSport con il Processo alla tappacondotto da Alessandra De Stefano, il diario web quotidiano di Marco Pastonesi sulla Gazzetta.it, news su Repubblica.it e i video di Repubblica Tv. Di un’altra Storia, a lungo misconosciuta o ignorata, parlano due incontri organizzati in luoghi diversi del nostro Paese: il dramma degli Armeni. Hanno scelto di raccontarlo la Libreria Diari di Bordo a Parma con la mostra fotografica di Giulio Nori Ho dormito sotto l’Ararat, fino al 30 maggio, e un appuntamento il 18 maggio nell’ambito del ciclo di incontri Libereghion – Il Maggio dei libri a Reggio Calabria. A Reggio Calabria, presso la “Villetta de Nava”, si parlerà invece dell’Armenia e del suo martirio, insieme al professore Pasquale Amato e attraverso l’esposizione di testi sull’Armenia inclusi nel fondo Umberto Zanotti Bianco.

Queste sono solo alcune delle tante iniziative a cui il pubblico potrà partecipare: ce ne saranno di ogni tipo, grazie alla fantasia degli organizzatori e alle location più varie. Supermercati, treni, ristoranti, negozi, scuole, circoli, associazioni culturali, parchi.Una capillarità resa possibile anche grazie agli accordi di partnership e collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Poligrafico dello Stato, la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e i negozi di Martino Midali,nei quali sono presenti tanti materiali informativi sul Maggio dei Libri e che sono all’opera per organizzare un grande evento di reading in uno degli store a Roma. E poi, anche quest’anno, hanno risposto all’appello UniCoop Tirreno, Librerie Coop, Eataly, Librerie Feltrinelli, Messaggerie e altri. La “missione” è coinvolgere chi ancora non ha scoperto il piacere della lettura insieme a chi ne è già goloso, chiamare attivamente in causa scuole e giovani e animare quei contesti geografici dove più è sentito il bisogno di investimento culturale, come il Sud d’Italia.

LIBRIAMOCI A SCUOLA: PROMUOVERE LA LETTURA ON-THE-GO

Per andare incontro alla curiosità dei ragazzi investendo sul ruolo formativo delle scuole, alleate indispensabili, in continuità con la campagna Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole promossa lo scorso ottobre, le scuole sono invitate a organizzare progetti di lettura e iniziative originali che faranno da trampolino di lancio per la seconda edizione di Libriamoci, dal 26 al 31 ottobre 2015. E da oggi Il Maggio dei libri ha un alleato in più nella diffusione della passione per la lettura: è online Libriamoci a scuola (www.libriamociascuola.it ), il primo portale dedicato alla promozione della lettura, realizzato dal Centro per il libro e la lettura insieme ad Hamelin Associazione Culturale: una piattaforma digitale che mette in contatto diretto tutti coloro che lavorano per diffondere la lettura. Un’interazione utile per condividere buone pratiche, raccontare le esperienze di lavoro, dare suggerimenti, cercare collaborazioni e coordinare la realizzazione dei progetti. Nell’epoca dei social network e della comunicazione in tempo reale, Libriamoci a scuola sarà il blog per la promozione della lettura: uno spazio informativo ma anche e soprattutto il primo e più importante luogo comune per favorire l’incontro e il dibattito fra docenti, bibliotecari, librai, editori, associazioni, scrittori, attori, illustratori. Nel nostro Paese sono moltissime e variegate le iniziative rivolte ai lettori e alle lettrici di domani ma spesso se ne conoscono poche e tale contesto frammentario ne riduce l’efficacia: attraverso il portale Libriamoci a scuola le scuole di ogni ordine e grado, così come tutti i professionisti della promozione della lettura, potranno finalmente segnalare, comunicare e diffondere progetti, eventi, festival, mostre, laboratori, workshop, strumenti, recensioni, percorsi bibliografici, corsi di formazione.

I giovani lettori sono chiamati all’azione anche dal Premio Scriviamoci, un’altra importante novità di questa edizione del Maggio dei Libri e rivolto alle scuole superiori di tutta Italia. All’invito Passami i tuoi pensieri e le tue emozioni in 30 righe ogni studente potrà rispondere nella forma che preferirà. Tre gli elaborati che ciascuna scuola potrà inviare, entro l’8 maggio 2015: la premiazione è prevista entro giugno presso il MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il compito di coordinare come una mappa del tesoro le migliaia di iniziative attese spetta al sito ufficiale della campagna www.ilmaggiodeilibri.it : sempre online e già popolato da numerosi eventi, offre ai visitatori una lista degli appuntamenti regione per regione aggiornata in tempo reale. Le adesioni sono aperte e partecipare è semplice quanto fare click (su “Inserisci la tua iniziativa”). Al termine della campagna, ai migliori progetti (suddivisi nelle cinque categorie: biblioteche, scuole, associazioni culturali, strutture sanitarie e di reinserimento, librerie) sarà assegnato il premio Il Maggio dei Libri 2015.

Tutte le informazioni su come aderire alla campagna sono disponibili su www.ilmaggiodeilibri.it e per contatti, condivisione di esperienze e interazioni social l’appuntamento con il Maggio dei Libri è come sempre su Facebook (www.facebook.com/ilmaggiodeilibri ) e su Twitter(https://twitter.com/maggiodeilibri ).

www.ilmaggiodeilibri.it

www.facebook.com/ilmaggiodeilibri

www.cepell.it
© Centro per il Libro e la Lettura

c?q=6%3dMJNW%266%3dC%262%3dUSD%263%3dVPCMV%262%3dIr4ukoTwEEXP-nF7K-DF7L-HNZK-IpcLlt9SBqcN%26n%3d1NC6qT.8o8%26M%3dOCFZLJJYN

maggio 4, 2015

CenTraS-Inter Translation News

Filed under: Uncategorized — Linguaculture @ 9:47 pm

Translation News

Centre for Translation Studies (CenTraS) @ UCL

4th May 2015

1………………………………………………..

Call for papers: conference

3rd International Conference on Non-professional Interpreting & Translation (NPIT3)
Institute of Translation and Interpreting (IUED), Zurich University of Applied Sciences, Switzerland
5-7 May 2016

http://unprofessionaltranslation.blogspot.co.uk/2015/04/the-long-awaited-news-of-npit3-has.html

2………………………………………………..

Call for papers: thematic panel
Globalization, Glocalization, Travel and Migration
The First International TransLingua Conference

Kazimierz Wielki University, Bydgoszcz, Poland

24-25 September 2015
Deadline: 15 May 2015
www.translingua-ukw.pl

3………………………………………………..

Call for papers: conference

37th Translating and the Computer Conference (TC37)

One Birdcage Walk, London, UK

26-27 November 2015

www.translatingandthecomputer.com

4………………………………………………..

Call for papers: journal

Special issue of Translation and Interpreting Studies with a focus on Comparative Translation and Interpreting Studies

www.atisa.org/call-for-papers-cts

5………………………………………………..

Call for papers: journal

Linguistica Antverpiensia, New Series (15/2016) -Themes in Translation Studies

Interpreting in Conflict Situations and in Conflict Zones throughout History

Editors: Lucía Ruiz Rosendo & Clementina Persaud (University Pablo de Olavide)

Proposals to Lucía Ruiz Rosendo (lruiros)

Deadline: 1st June 2015

http://lans-tts.uantwerpen.be

6………………………………………………..

Conference

La traduction littéraire comme création

Université D’Avignon, France

20-21 May 2015

http://blogs.univ-avignon.fr/ictt/2015/04/29/colloque-la-traduction-litteraire-comme-creation-20-et-21-mai-2015

7………………………………………………..

Conference

Splendid Innovations: The Development, Reception and Preservation of Screen Translation

The British Academy, 10-11 Carlton House Terrace, London, UK

21-22 May 2015
www.britac.ac.uk/events/2015/Splendid_Innovations.cfm

8………………………………………………..

New programme

Máster en Investigación en Traducción e Interpretación (virtual)

Universitat Jaume I, Castellón, Spain

www.uji.es/ES/infoest/estudis/postgrau/oficial/e@/22891/?p_url=/ES/infoest/estudis/postgrau/oficial&p_item=22891&pTitulacionId=42180

www.ucl.ac.uk/centras

19/05/2015: XXXXIII Concerto Orpheade

Filed under: Uncategorized — Linguaculture @ 8:22 pm
logo

Concerto (19 maggio 2015 – ore 19.30)

Il Direttore dell’Academia Belgica, Wouter Bracke, ha il piacere di invitare la S.V. al

XXXXIII Concerto Orpheade : Herlinde Verjans (violino), Michaël Mannes (pianoforte)

Concerto organizzato in collaborazione con il Koninklijk Conservatorium Antwerpen

Data: 19 maggio 2015, ore 19.30

foto sitoHerlinde Verjans, laureatasi nel 2010 con il massimo dei voti presso l’Accademia di Bornem nella classe di Jenny Spanoghe, ha poi continuato i suoi studi, per due anni, presso il Conservatorio Fontys di Tilburg. Dal 2012 prosegue la sua formazione presso il Conservatorio Reale di Anversa con Tatiana Samouil.

Nel 2010, Herlinde ha vinto il primo premio al concorso nazionale belga Dexia Classics. Ha frequentato corsi di perfezionamento sia in Belgio sia all’estero con Liviu Prunaru (primo violino del Koninklijk Concertgebouw Orkest), Dan Zhu (finalista del KEW 2005), Donald Weilerstein (professore presso The Juilliard School of Music di New York) e Tanja Becker-Bender (professore alla Hochschule für Musik und Theater di Amburgo).

Per otto anni, Herlinde si è esibita con lo LOJM (Limburgs Orkest van Jeugd en Muziek) di cui fu primo violino per un anno. Durante l’estate 2013 fu, inoltre, direttore dell’Orchestra da Camera del NJO (Nationaal Jeugd Orkest). Un anno dopo, nel 2014, ha preso parte a un tour con lo EUYO (European Union Youth Orchestra). Nello stesso anno fu primo violino dell’orchestra sinfonica del Conservatorio Reale di Anversa. Nel 2015, ha partecipato a uno stage con l’orchestra di Opera/Ballet Vlaanderen e al tour primaverile dell’EUYO.

Michaël Mannes ha iniziato la sua formazione presso l’Accademia comunale di Musica e Parola di Wijnegem. Nel 2007, è stato ammesso al Conservatorio Reale di Anversa, nella classe di Levente Kende e Heidi Hendrickx, dove si è laureato nel 2014. Attualmente si sta perfezionando presso la Guildhall School of Music & Drama di Londra nella classe del professor Joan Havill (grazie al sostegno della Rotary Foundation Belgium e della fondazione Inspiratum di Axel Vervoordt SA).

Ha frequentato corsi di perfezionamento con pianisti e pedagoghi di fama internazionale come Karl-Heinz Kämmerling, Till Fellner, Evgeni Koriolov, Richard Goode, Jan Vermeulen, André de Groote, Piet Kuijken e Alexander Melnikov. Oltre alla sua formazione ha anche seguito lezioni di pianoforte di Piet Kuijken e Mai Shigeoka.

Ha vinto premi in tutti i concorsi per giovani pianisti in Belgio. Primo premio del concorso Cantabile (2008) e primo premio dei Giovani Solisti (2007 e 2009), vincitore anche del Primo Premio di Dexia Classics (2009) e del Concorso Steinway (2009). Nel 2010, fu invitato al 14° Internationaler Steinway Festival di Amburgo dove ha tenuto un concerto nella famosa Laeiszhalle. Secondo al Concorso Rotary Breughel di Bruxelles (2006) e al Concours de Liège (2010), è stato anche finalista al Concorso Internazionale EPTA (2006). Nel 2013 ha ricevuto, inoltre, il Premio Cultura di Theaters Tilburg.

Programma: Wolfgang Amadeus Mozart, Sonate nr. 21 in e per violino e pianoforte KV 304 (Allegro, Tempo di Minuetto); César Franck, Prélude, Choral et Fugue per pianoforte; Dmitri Sjostakovitsj, 4 Preludes dell’opus 34 per violino e pianoforte; Johannes Brahms, Sonate nr. 1 in G per violino e pianoforte, Op. 78 (Vivace ma non troppo, Adagio, Allegro molto moderato).

RSVP (Tel: 06 203 98 63 05 / mail: inviti)

Academia Belgica – Via Omero 8, Roma – www.academiabelgica.it

index.php?option=com_acymailing&ctrl=stats&mailid=65&subid=757

Older Posts »

The Silver is the New Black Theme. Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: