XXXXIV Concerto Orpheade

Concerto (18 novembre 2015 – ore 19.30)

Il Direttore dell’Academia Belgica, Wouter Bracke, presenta il

XXXXIV Concerto Orpheade : Cynthia Hagelstein (canto, pianoforte) – Thomas Van Caekenberghe (pianoforte, canto)

Concerto organizzato in collaborazione con il Conservatoire royal de Mons (ARTS²)

Data: 18 novembre 2015, ore 19.30 (RSVP: inviti)

La formazione strumentale di Cynthia Hagelstein è dedicata al clarinetto e al pianoforte. ­Diplomatasi presso l’accademia musicale, con il massimo dei voti in entrambe le ­discipline, Cynthia prosegue i suoi studi di pianoforte all’IMEP di Namur, nella classe di Fabian ­Jardon. Dopo aver conseguito la laurea con il massimo dei voti, svolge il suo master presso il ­Conservatoire royal de Mons (ARTS²) con Hans Ryckelynck .

Cynthia si forma in canto lirico presso l’Accademia di Welkenraedt (Belgio), concludendo il suo percorso con il premio Wyzen. Dal 2013 prosegue la sua formazione vocale presso il ­Conservatoire royal de Mons (ARTS²) con Thierry Migliorini, Michèle Losier e Dietrich ­Henschel. Attualmente vi studia nella classe di Axel Everaert.

Nel 2013 Cynthia è stata selezionata per le semifinali del concorso di canto Summerfest ­Europa, a Verviers, in cui la giuria l’ha descritta come molto promettente. Nel 2015, ha vinto il 3° ­premio al concorso internazionale Bell’Arte a Braine-l’Alleud.

Ad agosto 2015, ha partecipato a numerosi concerti con orchestra nel Périgord, in Francia, sotto la direzione di Alain Voirpy. Nel mese di ottobre prende parte come solista nello Stabat Mater di Arnaud François.

Cynthia si esibisce regolarmente in concerto con l’orchestra Pro Musica con un repertorio che comprende lieder, melodie e brani d’opera.

Thomas Van Caekenberghe consegue il diploma di pianoforte presso l’Accademia di ­Waterloo nella classe di Grazia Previdi. Nel 2011 entra al Conservatoire royal de Mons (ARTS²), ­successivamente nelle classi di Dalia Ouziel, Jean-Michel Dayez e Hans Ryckelynck, con il ­quale attualmente sta completando i suoi studi.

Nel 2011 ha iniziato a studiare canto lirico con il soprano Teresa Geeraert-Bastin. Ha vinto il 3° premio al Concorso di Verviers e, successivamente, il 1° premio al Concorso Belfius. Nel 2015, entra a far parte della classe di Axel Everaert presso il Conservatoire royal de Mons (ARTS²). Ha inoltre partecipato a corsi di perfezionamento tenuti da Dietrich Henschel e Thierry ­Migliorini.

Ha preso parte a vari concerti a quattro mani con Frank Braley nel 2014. Lo stesso anno, come membro del gruppo vocale Pro Arte Nova, ha partecipato alla creazione di cori ideati per il festival internazionale MusMa, nell’ambito del Festival de Wallonie e del Klarafestival.

È maestro di canto e solista presso l’atelier lirico La Camera Lirica (direzione Blanche Gérard) con il quale partecipa alla produzione di varie operette tra cui Die Fledermaus di Strauss, La Belle Hélène, Le Périchole e Les Brigands di Offenbach.

Programma: Frederic Rzewski, De profundis, for speaking pianist (O. Wilde); Henry Purcell, Music For a While (da Orpheus Britannicus); Franz Schubert, Suleika (W. von Goethe) D.720; Felix Mendelssohn, Auf Flügeln des Gesanges (H. Heine) Op. 34/2; Wolfgang Amadeus Mozart, Das Lied der Trennung (K. Schmidt) K.519; Francis Poulenc, C (da Deux poèmes de Louis Aragon) ; Joseph Jongen, Bal de fleurs (A. Hardy) Op. 25/4; Guy Ropartz, Quatre poèmes d’après « l’Intermezzo Lyrique » de Heinrich Heine; Guillaume Lekeu, Sur une tombe (da Trois poèmes, G. Lekeu).

Academia Belgica – Via Omero 8, Roma – www.academiabelgica.it

Incontri traduzione Pisa Book Festival

Pisa Book Festival 2015

10 anni di incontri sulla traduzione

Venerdì 6 novembre

Palazzo dei Congressi – Pisa

Ore 10.30-12.00

Tradurre come incontro con una duplice alterità. Il caso Meursault di Kamel Daoud. La riscrittura de Lo Straniero di Camus dal punto di vista di un autore algerino.

Yasmina Melaouah

Ore 12.00 – 13.00

Tradurre albi illustrati: parole,

illustrazioni, esperienze sensoriali

Francesca Novajra (AITI)

Ore 14.00-15.00

Cominciare a tradurre

per l’editoria indipendente

Marco Cassini (SUR), Pietro Del Vecchio (Del Vecchio), Isabella Ferretti (66thand2nd), Annalisa Proietti (Gran Vía)

Ore 15.00-16.00

Tradurre Wallace Stevens

Massimo Bacigalupo

Ore 16.00-17.00

Lo scrittore e il suo doppio

Ewan Morrison e Giuseppe Marano Scambisti, Fazi Editore

Ore 17.00-18.00

Tradurre l’inglese e il francese degli altri

Giuseppe Girimonti Greco, Laura Prandino

A cura di Ilide Carmignani

Incontri senza prenotazione

Info: http://www.pisabookfestival.com/

https://www.facebook.com/Pbftranslationcentre

UNA CENA AL RITZ

Venerdì prossimo, 30 Ottobre alle 17,30, a "Testimonianze" (a cura di Roberto Mosi ed Enrico Guerrini), si terrà un evento di intrattenimento culturale (con la messa in campo di più linguaggi: testi, poesie, recitazione, grafica, goloso assaggio di "Madeleine") dal titolo "UNA CENA AL RITZ". Appuntamento alla sede di "Testimonianze" alle "Murate" (ingresso da via Ghibellina 2-6).

FUNDRAISING PER LE BIBLIOTECHE

logo
Newsletter 16/2015
IL FUNDRAISING PER LE BIBLIOTECHE

Biblioraising: è on line il primo sito dedicato alla sostenibilità delle biblioteche

Da tempo le biblioteche pubbliche italiane si ritrovano a stringere i denti per i continui tagli economici che subiscono. I tagli più consistenti riguardano la somma destinata all’acquisto dei libri, scesa da oltre 8 milioni annui a 3 milioni.

Sotto la spinta della crisi economica, di fronte all’emergere di nuovi bisogni e nuove povertà questi luoghi di cultura stanno diventando luoghi di accoglienza, di inclusione e interazione per le diverse fasce di cittadini che la frequentano. Sì, perché con la crisi economica le persone preferiscono risparmiare sull’acquisto dei libri ma vanno di più in biblioteca.

Per dare una risposta concreta a questa difficile situazione, da oggi sarà online il sito www.biblioraising.it, dedicato alle biblioteche di tutta Italia che vogliano approfondire e mettere in pratica il fundraising. Biblioraising fa parte di un progetto più ampio di Formazione sul fundraising e sull’uso dell’Art Bonus per le biblioteche promosso dal Centro per il Libro e la Lettura del Mibact e dall’ANCI e elaborato dalla Scuola di Roma Fund-raising.it che ne ha curato la realizzazione.
Prezioso strumento, l’Art Bonus prevede importanti benefici fiscali, come previsto dalla legge, sotto forma di credito di imposta per chi effettua erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura.

Con la legge di stabilità ottobre 2015 il Ministro del MiBACT Dario Franceschini rende permanente l’agevolazione fiscale del 65%.

Navigando nel sito, gli operatori e dirigenti delle biblioteche potranno trovare un kit contenente strumenti di comunicazione sociale e di gestione amministrativa sull’Art Bonus e altri strumenti di raccolta fondi rivolti ad individui, aziende e fondazioni. E’ presente, inoltre, uno spazio di confronto e condivisione delle esperienze tra bibliotecari che si occupano di fundraising.
Biblioraising – che ha visto, tra gli altri, un’attiva partecipazione dei territori coinvolti nel progetto sperimentale In vitro – è iniziato a maggio, con un’azione di formazione e assistenza nei sistemi bibliotecari di Roma, Torino, Lecce, Nuoro, Ravenna, e Regione Umbria, e nasce dall’esigenza di diffondere l’uso dell’Art Bonus presso le biblioteche, quale strumento per favorire donazioni filantropiche e di rispondere all’urgente necessità di promuovere e realizzare azioni di raccolta di fondi a favore di questi luoghi di cultura, non solo come risposta alla crisi della finanza pubblica, ma soprattutto come strumenti atti a coinvolgere la comunità nel sostegno e nella gestione dei cosiddetti beni comuni.

www.biblioraising.it

www.cepell.it

www.cepell.it
© Centro per il Libro e la Lettura

c?q=6%3dFZWW%26y%3dS%26A%3dVDS%26B%3dVISVV%26u%3dY14n1xTpUNXI-4O7D-TO7E-XWZD-YycE239LRzcG%264%3d0N6LzT.15G%26M%3d-KZQVFQSZE

When the interpreter does not hear the speaker.

The Professional Interpreter

Dear Colleagues:

In recent weeks I have been contacted by two different colleagues who basically had the same problem: What do you do as an interpreter when you did not hear what the speaker said, and the cause of the problem is the speaker himself?  I thought about the question, and I realized that this situation is more common than we may think when we first consider it.

There are many reasons why an interpreter’s professional life can get complicated, and one of them is a poor speaker.  There are also a multitude of circumstances that arise during a conference, negotiation, trial or interview, that will not let us hear what was said, many of them can be traced to a deficient sound system, bad interpreting equipment, wrongly situated interpreters’ booth, technician’s ineptitude, and others.  Today we will focus on those occasions when the problem can be traced back to…

View original post 2.041 altre parole