Il Teatro Verdi contro la violenza sulle donne

pordenonelegge consiglia
seguici su | FACEBOOK | TWITTER | YOUTUBE | INSTAGRAM
immagine evento

Il Teatro Verdi contro la violenza sulle donne

Un’opera d’arte contemporanea, 25 novembre, ispira il logo di “Pordenone città contro la violenza sulle donne”: due grandi labbra, decisamente fuori scala, rosse e carnose, come sono sempre immaginate e proposte dai media le labbra delle donne. Labbra che fluttuano su uno sfondo nero tirato a specchio, chi osserva l’opera non puo’ fare a meno di vedersi riflesso “dentro”, e ne diventa parte integrante.

Fino al 26 novembre al Teatro Verdi di Pordenone testimonianze artistiche con opere, due spettacoli, un concerto e un hashtag #liberadiesseredonna per raccontarsi nel quotidiano e raggiungere la community in scena con i propri scatti.

Il 25 novembre è la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, istituita nel 1999, dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Proprio a questo tema, per contribuire a sviluppare nuove sensibilità, il Teatro Verdi di Pordenone dedica una intera settimana, per approcciare una delle questioni più delicate del nostro tempo con i linguaggi dell’arte, del teatro e della musica. Una mobilitazione di piazza poi, in occasione del 25 novembre, proclamerà Pordenone “città contro la violenza sulle donne”.

L’iniziativa rientra nel programma più ampio del Comune di Pordenone consultabile qui.

Approfondisci approfondisci.png

HOMEPAGE CONTATTI
Copyright © 2015 Fondazione Pordenonelegge.it
P.Iva 01738520939
Corso V. Emanuele II, 47
33170 – Pordenone (PN)
Tel.: 0434.1573100 – 1573200
Fax: 0434.1573222
E-mail: fondazione

count.php?code=71ad16ad2c4d81f348082ff6c4b20768&user=3ddb39c15fc6b21e8adc955bf6127a25

Annunci

PRESENTAZIONE DEL VOLUME // Antiche dimore e giardini a Dronero \ momento inaugurale della V edizione di “Dronero un borgo ritrovato”

Il Comune di Dronero annuncia l’avvio della quinta edizione di «Dronero: un Borgo Ritrovato, fra antiche dimore e giardini segreti». Le precedenti edizioni hanno fatto registrare un grande successo di visitatori condotti alla scoperta delle bellezze storiche e artistiche dell’antico borgo cittadino. L’iniziativa si snoda, con un’articolata ed avvincente offerta culturale dal 23 al 25 giugno p.v.

Ci permettiamo di inoltrare in allegato alla presente sia il programma complessivo dell’iniziativa sia quello del suo momento inaugurale, la presentazione programmata per venerdì 23 giugno, alle ore 17.30 presso lo storico Palazzo Savio, del volume Antiche dimore e giardini a Dronero, a cura di Federico Fontana, Luca Giacomini e Renata Lodari, edito dal Centro Studi Piemontesi. Interverranno con i curatori Albina Malerba e Gustavo Mola di Nomaglio.

Dronero, porta della splendida Valle Maira, fu centro nevralgico del marchesato di Saluzzo e poi tra i più rilevanti centri del vecchio Piemonte sotto il profilo, militare, commerciale, architettonico ed artistico. Caro alle dinastie dei Saluzzo e dei Savoia, si legarono al suo nome grandi famiglie di risonanza europea che lo ebbero in feudo, come gli Este e i Birago. Non poche tra le principali famiglie che vi possedettero e talora ancor possiedono palazzi e giardini, divennero nel corso dei secoli torinesi, avvicinandosi alla corte sabauda. E a Dronero, per contro, villeggiarono, attratte dalla proverbiale purezza dell’aria e da amene campagne e montagne, numerose famiglie di altre zone del Piemonte, specialmente del Torinese e del Cuneese.

La conferma della partecipazione alla presentazione del volume è gradita (info oppure 349.3068789).

CulturAEventi Piemonte

Ove non desiderasse ricevere successive comunicazioni dall’agenzia d’informazioni CulturAEventi Piemonte, in numero rigorosamente limitato nel corso di ciascun anno e riferite esclusivamente a selezionate iniziative culturali o editoriali rigorosamente senza scopo di scopi di lucro, può richiedere la rimozione

c.s. presentazione Borgo 2017_rev.2.pdf

INVITO DRONERO CULT_PRESENTAZIONE LIBRO DEF HR.pdf

TORNA “IL SOGNO DI UNA COSA” (a sostegno di “Testimonianze”) a Molino del Piano

il prossimo 18 GIUGNO, a partire dalle ore 19,30, si terrà il tradizionale "SOGNO DI UNA COSA"

(serata per il sostegno e l’autofinanziamento di "Testimonianze"),

a casa degli ospitalissimi IRENE e BRUNO (al Vivaio Gamberaia, nei pressi di Molino del Piano).
Il programma è ricchissimo: alle 19.30, monologo di GIANNA DEIDDA,

dal titolo "DON MILANI: DISCORSO DALLA MONTAGNA".
Alle 20.00, grande CENA, con il mitico ARROSTO DI SIRO.
Interventi musicali di PAOLO DI IORIO e GIANFRANCO NARRACCI

(da sempre, vere e proprie "colonne sonore" di queste serate), con ANGELA BATONI (Foto) e

il musicista MATTEO CERAMELLI con il loro repertorio di musica popolare e,

a seguire, il tocco rock del giovane musicista JACOPO CARDUCCI.
Offerta per la serata a partire da E. 20.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: tel. 339 6962922; 339 2440913; 055 8312243;

infotestimonianze; miriana.meli ; s.saccardi

Convegno su “L’EUROPA CHE NOI AMIAMO” (8 e 9 Maggio alle “Murate” di Firenze)

Duegiornate di riflessione sul "tema Europa"

(8 e 9 Maggio, Sala "Progetti Arte contemporanea" "Le Murate", Firenze)

idealmente dedicate a Ernesto Balducci (che aveva messo in evidenza l’ambivalenza della «dimensione Europa»,

divisa fra «cultura della dominazione» -quella che noi non amiamo- e cultura dei diritti: quella dell’Europa che noi amiamo),

nell’ambito del progetto "Una certa idea di Europa", promosso da «Testimonianze» con il centro Europe Direct.

Questo il PROGRAMMA

L’EUROPA CHE NOI AMIAMO
8 Maggio
Ore 16,30
"L’Europa della crisi tra dialogo sociale e nuove opportunità"
Relatore: Luigino Bruni (economista e scrittore)
Coordina: Simone Siliani (codirettore di «Testimonianze»)

Ore 17,45
"Laicità e «pluriverso’ culturale e religioso europeo"
Relatore: Paolo Ricca (teologo protestante e scrittore)
Coordina: Sev…erino Saccardi (direttore di «Testimonianze»)

Ore 19,00
" ‘Cara Europa che ci guardi’: una storia vista con gli occhi della poesia"
Relatrice: Gabriella Sica (poetessa e scrittrice)
Coordina: Rosalba de Filippis (insegnante e scrittrice)

Letture: Fabio Baronti (attore)

9 Maggio
Ore 16,30
"L’Europa nel tempo delle migrazioni"
Relatore: Massimo Livi Bacci (demografo e scrittore)
Coordina: Stefano Zani (vicepresidente di «Testimonianze»)

Ore 17,45
" ‘Una e molteplice’: L’Europa come soggetto politico e culturale nel mondo della complessità"
Relatore: Mauro Ceruti (filosofo e scrittore)
Coordina: Roberto Mosi (presidente di «Testimonianze»)

Ore 19,00
Tavola rotonda
" ‘C’è un’Europa che noi amiamo’: la visione di Ernesto Balducci "
Coordina: Piero Meucci (direttore «STAMP Toscana»)
Intervengono
Mauro Ceruti (filosofo e scrittore)
Vittoria Franco (filosofa)
Leila El Houssi (Università di Padova)
Severino Saccardi (direttore di «Testimonianze»)

Ore 20,30
Aperitivo/Buffet

Ore 21,00 (Caffè Letterario – Piazza delle Murate)
Musiche e canti dell’Europa che noi amiamo
Con
Orchestra giovanile di Firenze dell’Accademia musicale diretta da Janet Zadow
Whisky Trail
I lavori del Convegno si svolgeranno nella Sala "Progetti Arte Contemporanea".
Il Concerto si terrà nella Piazza delle Murate o (in caso di tempo sfavorevole) nel locali del Caffè Letterario.
Ingresso libero.

CONVEGNO DI “TESTIMONIANZE” (CON “EUROPE DIRECT”) su “L’EUROPA CHE NOI AMIAMO”

partecipare alle duegiornate di riflessione sul "tema Europa" (8 e 9 Maggio, Sala "Progetti Arte contemporanea" "Le Murate", Firenze)

idealmente dedicate a Ernesto Balducci (che aveva messo in evidenza l’ambivalenza della «dimensione Europa», divisa fra «cultura della dominazione»

-quella che noi non amiamo- e cultura dei diritti: quella dell’Europa che noi amiamo), nell’ambito del progetto "Una certa idea di Europa", promosso da

«Testimonianze» con il centro Europe Direct.
Questo il PROGRAMMA

L’EUROPA CHE NOI AMIAMO
8 Maggio
Ore 16,30
"L’Europa della crisi tra dialogo sociale e nuove opportunità"
Relatore: Luigino Bruni (economista e scrittore)
Coordina: Simone Siliani (codirettore di «Testimonianze»)

Ore 17,45
"Laicità e «pluriverso’ culturale e religioso europeo"
Relatore: Paolo Ricca (teologo protestante e scrittore)
Coordina: Sev…erino Saccardi (direttore di «Testimonianze»)

Ore 19,00
" ‘Cara Europa che ci guardi’: una storia vista con gli occhi della poesia"
Relatrice: Gabriella Sica (poetessa e scrittrice)
Coordina: Rosalba de Filippis (insegnante e scrittrice)

Letture: Fabio Baronti (attore)

9 Maggio
Ore 16,30
"L’Europa nel tempo delle migrazioni"
Relatore: Massimo Livi Bacci (demografo e scrittore)
Coordina: Stefano Zani (vicepresidente di «Testimonianze»)

Ore 17,45
" ‘Una e molteplice’: L’Europa come soggetto politico e culturale nel mondo della complessità"
Relatore: Mauro Ceruti (filosofo e scrittore)
Coordina: Roberto Mosi (presidente di «Testimonianze»)

Ore 19,00
Tavola rotonda
" ‘C’è un’Europa che noi amiamo’: la visione di Ernesto Balducci "
Coordina: Piero Meucci (direttore «STAMP Toscana»)
Intervengono
Mauro Ceruti (filosofo e scrittore)
Vittoria Franco (filosofa)
Leila El Houssi (Università di Padova)
Severino Saccardi (direttore di «Testimonianze»)

Ore 20,30
Aperitivo/Buffet

Ore 21,00 (Caffè Letterario – Piazza delle Murate)
Musiche e canti dell’Europa che noi amiamo
Con
Orchestra giovanile di Firenze dell’Accademia musicale diretta da Janet Zadow
Whisky Trail
I lavori del Convegno si svolgeranno nella Sala "Progetti Arte Contemporanea".
Il Concerto si terrà nella Piazza delle Murate o (in caso di tempo sfavorevole) nel locali del Caffè Letterario.
Ingresso libero.

CONVEGNO DI “TESTIMONIANZE” (CON “EUROPE DIRECT”) su “L’EUROPA CHE NOI AMIAMO”

partecipare alle duegiornate di riflessione sul "tema Europa" (8 e 9 Maggio, Sala "Progetti Arte contemporanea" "Le Murate", Firenze)

idealmente dedicate a Ernesto Balducci (che aveva messo in evidenza l’ambivalenza della «dimensione Europa», divisa fra «cultura della dominazione»

-quella che noi non amiamo- e cultura dei diritti: quella dell’Europa che noi amiamo), nell’ambito del progetto "Una certa idea di Europa", promosso da

«Testimonianze» con il centro Europe Direct.
Questo il PROGRAMMA

L’EUROPA CHE NOI AMIAMO
8 Maggio
Ore 16,30
"L’Europa della crisi tra dialogo sociale e nuove opportunità"
Relatore: Luigino Bruni (economista e scrittore)
Coordina: Simone Siliani (codirettore di «Testimonianze»)

Ore 17,45
"Laicità e «pluriverso’ culturale e religioso europeo"
Relatore: Paolo Ricca (teologo protestante e scrittore)
Coordina: Sev…erino Saccardi (direttore di «Testimonianze»)

Ore 19,00
" ‘Cara Europa che ci guardi’: una storia vista con gli occhi della poesia"
Relatrice: Gabriella Sica (poetessa e scrittrice)
Coordina: Rosalba de Filippis (insegnante e scrittrice)

Letture: Fabio Baronti (attore)

9 Maggio
Ore 16,30
"L’Europa nel tempo delle migrazioni"
Relatore: Massimo Livi Bacci (demografo e scrittore)
Coordina: Stefano Zani (vicepresidente di «Testimonianze»)

Ore 17,45
" ‘Una e molteplice’: L’Europa come soggetto politico e culturale nel mondo della complessità"
Relatore: Mauro Ceruti (filosofo e scrittore)
Coordina: Roberto Mosi (presidente di «Testimonianze»)

Ore 19,00
Tavola rotonda
" ‘C’è un’Europa che noi amiamo’: la visione di Ernesto Balducci "
Coordina: Piero Meucci (direttore «STAMP Toscana»)
Intervengono
Mauro Ceruti (filosofo e scrittore)
Vittoria Franco (filosofa)
Leila El Houssi (Università di Padova)
Severino Saccardi (direttore di «Testimonianze»)

Ore 20,30
Aperitivo/Buffet

Ore 21,00 (Caffè Letterario – Piazza delle Murate)
Musiche e canti dell’Europa che noi amiamo
Con
Orchestra giovanile di Firenze dell’Accademia musicale diretta da Janet Zadow
Whisky Trail
I lavori del Convegno si svolgeranno nella Sala "Progetti Arte Contemporanea".
Il Concerto si terrà nella Piazza delle Murate o (in caso di tempo sfavorevole) nel locali del Caffè Letterario.
Ingresso libero.

“IL SOGNO DI UNA COSA” al CIRCOLO”VIE NUOVE” il prossimo 16 DICEMBRE.

il prossimo 16 DICEMBRE (com’è ormai consolidata tradizione)

si terrà la serata/evento de "IL SOGNO DI UNA COSA",

al Circolo “Vie Nuove” (via Giannotti, 13) a sostegno di "Testimonianze".
La serata (come il volume della rivista, che verrà brevemente presentato)

è dedicata a "L’ITALIA DEI PICCOLI CENTRI".
A partire dalle 20,15 avrà inizio la CENA "MEDITERRANEA"

preparata dai cuochi del "Vie Nuove", con interventi musicali di PAOLO DI IORIO,

GIANFRANCO NARRACCI e i TARANTESYS.

Nel pomeriggio (a partire dalle 17,30) si terrà anche l’inaugurazione del

CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DEI POPOLI MINACCIATI ,

con THOMAS BENIDIKTER, ALESSANDRO MICHELUCCI,

SEVERINO SACCARDI e con la partecipazione straordinaria di

MONI OVADIA.

Contributo per la cena,

a partire da € 20. Prenotazioni: 339 2440913; 339 6962922;

vienuove; infotestimonianze@gmail.com