MOLTO ATTIVA E CON DOTI STRAORDINARIE:

È TRA DI NOI, È LA GENERAZIONE INDACO

The Indingo Children

Libri liberi libreria,

Via San Gallo, 25/27r – 50129 Firenze – tel. & fax: 055.2658324 – http://www.libriliberi.com

Martedì 16 novembre, ore 17,30, nella sala lettura della libreria

 

Lee Carroll e Jan Tober sono gli autori di The Indingo Children, grande successo in lingua inglese uscito in italiano con il titolo I bambini indaco (MACRO Edizioni). Gli autori sostengono la teoria di una nuova evoluzione della razza umana: nei bambini di oggi stanno emergendo in misura sempre più frequente nuove caratteristiche e modelli di comportamento. La cosiddetta “generazione indaco” sembra dotata di un nuovo patrimonio genetico, di straordinari attributi psicologici, fatica ad accettare i metodi educativi tradizionali e rifiuta a priori l’autorità di genitori e insegnanti. Come riconoscerla? Cosa fare di fronte a questo fenomeno? Ce lo spiega Nicoletta Cherubini, curatrice italiana del libro, ed altri esperti di problematiche sui nuovi bambini.

 
_____________________
 
All’attenzione di Insegnanti, genitori, educatori interessati, con cortese preghiera di diffusione. L’incontro  è ad ingresso libero.
 
Augurandomi di conoscervi numerosi,
Nicoletta Cherubini

“Qualche anno fa, la gente ha cominciato a riferire problemi specifici riguardo ai figli. Si dirà: che altro c’è di nuovo? Spesso i bambini rappresentano una grande benedizione della vita, ma anche una grande sfida.  Tuttavia, anche se sono stati scritti molti libri su come essere genitori efficaci e sulla psicologia infantile, notavamo che c’era qualcosa di diverso.

            Abbiamo cominciato a sentir parlare sempre più di un nuovo tipo di bambini, o almeno, di un nuovo tipo di problemi dei genitori. Le difficoltà erano di una strana natura, in quanto presentavano interazioni fra adulto e bambino che si rivelavano inattese ed apparentemente atipiche rispetto a ciò che la nostra generazione aveva sperimentato fino ad allora

(…) Ci era parso che sarebbe stato molto bello raccontarvi storie su storie, forniteci da genitori di Bambini Indaco, poiché ne esistono molte; ma sono soltanto storie, che non riescono a presentare i comportamenti da un’angolazione tale da meritare il riconoscimento degli studiosi (o dei pensatori razionali). Quindi abbiamo deciso di far ricorso ai nostri contatti internazionali per mettere insieme una serie di resoconti… (…)Tutto ciò è stato documentato.
(…) Possiamo darvi indicazioni sui modelli comportamentali più comuni fra loro. Ne riconoscete qualcuno?”

 

Dall’introduzione del libro I Bambini Indaco, di Lee Carroll e Jan Tober (Macro Edizioni, Cesena 2003).