Polo Forlì

La SSLMIT (Università di Bologna — Forlì) organizza il convegno internazionale

Tecnologie per la traduzione:
giornate di aggiornamento e formazione

Forlì, 9-10 ottobre 2009

Il convegno "Tecnologie per la traduzione: giornate di aggiornamento e formazione" fa parte delle celebrazioni per il ventennale di fondazione della Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori (SSLMIT), Università di Bologna (Forlì).

Le tecnologie e le risorse per la traduzione sono in rapida evoluzione e la gamma dei prodotti disponibili è in continuo aumento: questo sviluppo irreversibile condiziona in misura crescente il lavoro del traduttore e le prospettive occupazionali.

Rinomati studiosi internazionali, docenti universitari e professionisti del settore si ritroveranno in questo convegno per discutere le questioni chiave e gli ultimi sviluppi nel campo della tecnologia per la traduzione in tre filoni tematici:

  • l’evoluzione dell’identità dei traduttori
  • le tendenze attuali nella formazione e nell’aggiornamento dei traduttori
  • l’impatto e l’uso della tecnologia nei settori della traduzione, della redazione tecnica e della localizzazione
Annunci

Premio Letterario Basilicata

E’ stata bandita la XXXXVIII edizione del Premio Letterario Basilicata

La premiazione della Sezione di Saggistica storica e Cultura lucana avrà luogo Sabato 24 Ottobre 2009 a Oppido Lucano; la premiazione delle sezione di "Narrativa", Letteratura spirituale e Poesia religiosa, Saggistica storica nazionale e europea e di Economia Politica e di Diritto di Economia si svolgerà, come di consueto, a Potenza domenica 25 Ottobre 2009.

La partecipazione al Premio è gratuita ed implica l’accettazione di tutte le norme prevista dal bando.

 per info: http://www.premioletterariobasilicata.it

 

 Premio Internazionale di Letteratura

"La Cultura del Mare"

per info: Stefano D’Auria

Addetto stampa Comune di San Felice Circeo

Piazza Lanzuisi, 1;  04017 – SAN FELICE CIRCEO

telefono 0773522309 cell.3471716192

email sdauria@comune.sanfelicecirceo.lt.it

sito internet www.comune.sanfelicecirceo.lt.it

 

 PREMIO NAZIONALE LETTERARIO CORRADO ALVARO

IX edizione – 2009

REGOLAMENTO

Articolo 1

Il Premio  Nazionale Letterario "Corrado Alvaro" ha cadenza annuale ed è strutturato in quattro sezioni principali:

Narrativa

Narrativa Opera Prima

Saggistica

Giornalismo "Gente in Aspromonte "

  A ciascuna sezione del Premio possono partecipare autori, anche non italiani, purché le loro opere siano tradotte in lingua italianaed edite in Italia:

 a)  Narrativa (romanzo; raccolta di racconti);

b)  Saggistica (saggio in volume su tematiche  culturali, preferibilmente meridionalistiche).

c)   Narrativa-Opera prima (riservato ad autori che abbiano esordito nella narrativa con un volume pubblicato dopo il 1° gennaio 2007).

d) Premio "Gente in Aspromonte" – migliore opera o servizio giornalistico-televisivo sull’Aspromonte.

 Articolo 2

 Le opere partecipanti dovranno essere state pubblicate entro il 30 giugno 2009.

Articolo 3

 Nella riunione che emana il Bando, il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione nomina  per ciascuna delle sezioni i cinque componenti della Giuria e, all’interno di esse, i Presidenti.

Parteciperanno al Premio le opere che le Case editrici (o gli stessi Autori) vorranno inviare al Concorso, ai sensi dell’art. 8 del presente regolamento, specificando la sezione nella quale si intende partecipare

Ogni componente delle Commissioni giudicatrici ha facoltàdi proporre opere meritevoli di partecipare al Premio.

La Segreteria del Premio provvederà a richiedere alle Case Editrici le opere segnalate dai giurati nel numero di copie previsto dal Bando, che dovranno essere acquisite prima della scadenza prevista  (21 agosto 2009)

Per informazioni e contatti: tel. 0964-98.60.17; fax 0964-98.60.81

sito-web:www.fondazionecorradoalvaro.it;e-mail: fondazione.alvaro@tiscali.it

 

 

Rivista Sagarana

a partire da oggi, potrete consultare il numero 36 della Rivista Sagarana all’indirizzo www.sagarana.net . Questo numero, dedicato al poeta uruguaiano recentemente scomparso Mario Benedetti, offre ai suoi lettori, oltre alla sezione I Cortometraggi, incentrata sulla video arte e sui linguaggi multimediali sperimentali, una Mostra Virtuale delle incisioni dell’artista brasiliana Renina Katz, comprese quelle del suo primo album, Favela, del 1956.

 

La sezione Saggi propone riflessioni di Eric Hobsbawn, Imre Kertész, Ryszard Kapuscinski, Hilário Franco Júnior e un testo inedito di Pina Piccolo, Respingimenti. In Narrativa ci sono racconti e brani di romanzi di William Golding, Moravia, Antônio Barreto, Giovanni Faldella e traduzioni inedite in Italia di racconti di Lyonel Trouillot e di Junot Diaz. In Poesia, oltre a Sono un caso disperato, di Mario Benedetti, traduzioni inedite di Philip Lamantia e di Ivan Junqueira, oltre a poesie di Albert Camus, Ivan Della Mea e Derek Walcott . Nella sezione Gegner, il testo Silenzio intorno a un grido di gabbiano, diviso in Sud, Ovest, Nord ed Est, descrive la nuova mostra dell’artista tedesca di avanguardia Tone Avenstroup, e la sezione Nuovi libri presenta brani tratti da opere appena uscite di Lisa Ginzburg, Bozidar Stanisic’, Luiz Ruffato e Mia Lecomte.

 

A questo stesso indirizzo troverete anche gli aggiornamenti della sezione Il Direttore, con il racconto inedito Stabat Mater, di Julio Monteiro Martins, e nella sezione Scuola tutte le informazioni sul full-immersion (settembre 2009) e sul Master della Sagarana, che inizia ai primi di ottobre.

 

Ci auguriamo che le immagini, i video, le testimonianze, le riflessioni, i saggi, i racconti e le poesie da noi selezionati possano offrirvi ore di piacevole lettura.

 

A partire da questo numero, sarà possibile fare donazioni alla Sagarana, con offerte libere, cliccando sulla casella Sostieni il Progetto Sagarana, sul sito della nostra rivista.

 

Ricordiamo anche a quelli interessati nella Letteratura migrante italiana che tra il 28 e il 30 Settembre 2009 si terrà a Lucca, nella Sala Accademia 2 del Palazzo Ducale, a Piazza Napoleone, il IX Seminario della Sagarana: Realtà e Prospettive della Letteratura in Lingua Italiana Oggi, un incontro di scrittori, critici e esperti dell’argomento,che trascorreranno tre giornate insieme per discutere di letteratura e leggere le proprie opere. La partecipazione è gratuita.Il programma prevede quattro sezioni di interventi e dibattiti: il pomeriggio del Lunedì 28 settembre dalle 15,00 alle 18,00; il Martedì 29 settembre dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 18,00 e la mattina del Mercoledì 30 settembre dalle 10,30 alle 13,00.

‘Gadji beri bimba’ – Hugo Ball

gadji beri bimba glandridi laula lonni cadori
gadjama gramma berida bimbala glandri galassassa laulitalomini
gadji beri bin blassa glassala laula lonni cadorsu sassala bim
gadjama tuffm i zimzalla binban gligla wowolimai bin beri ban
o katalominai rhinozerossola hopsamen laulitalomini hoooo
gadjama rhinozerossola hopsamen
bluku terullala blaulala loooo

zimzim urullala zimzim urullala zimzim zanzibar zimzalla zam
elifantolim brussala bulomen brussala bulomen tromtata
velo da bang band affalo purzamai affalo purzamai lengado tor
gadjama bimbalo glandridi glassala zingtata pimpalo ögrögöööö
viola laxato viola zimbrabim viola uli paluji malooo

tuffm im zimbrabim negramai bumbalo negramai bumbalo tuffm i zim
gadjama bimbala oo beri gadjama gaga di gadjama affalo pinx
gaga di bumbalo bumbalo gadjamen
gaga di bling blong
gaga blung

http://members.peak.org/~dadaist/English/Graphics/gadjiberi.html

Decimo Convegno dei Centri interculturali

Letterature migranti e identità urbane

Workshop 4: LETTERATURA PER L’INFANZIA DAL MONDO

Lorenzo Luatti

Voci migranti nella letteratura italiana per ragazzi

1

1. E poi ci sono gli scrittori per ragazzi

All’interno della crescente produzione letteraria degli immigrati troviamo un

corpus di opere narrative per bambini e ragazzi scritte direttamente in lingua italiana

che inizia a formarsi nei primi anni Novanta – dunque con un percorso coevo e

parallelo alle scritture migranti per adulti –, e che oggi ha assunto una dimensione

significativa, ma in attesa di riconoscimento. Si tratta di un settore rimasto

nell’ombra: mancano studi critici, brevi contributi, ricostruzioni bibliografiche

solo. Le diverse, e meritorie, riviste letterarie online nonché i vari siti dedicati alle

culture e alla letteratura dell’immigrazione non hanno sfiorato, neppure

incidentalmente, l’argomento. Le bibliografie e le banche dati sugli scrittori migranti,

sia quelle presenti su internet, sia quelle pubblicate in volume, in genere omettono i

testi per l’infanzia e la gioventù. Parimenti, le riviste specializzate di letteratura per

ragazzi non sono andate oltre la segnalazione o la recensione delle opere di alcuni

autori. Non mi sembra poi che i concorsi letterari sulle scritture della migrazione

abbiano prestato attenzione alla letteratura per l’infanzia

A cosa si deve questa scarsa considerazione? In primo luogo, occorre riconoscere

che la letteratura italiana per ragazzi non ha trovato molti scrittori della migrazione

che si siano dedicati a questo tipo di scrittura, e quindi si tratta di un fenomeno

meno evidente dell’altro, considerato più «maturo» e corale; il gruppo di autori che

ha scritto e scrive per i più giovani è decisamente più circoscritto e costituito da

tante voci soliste, che tracciano percorsi talvolta molto personali. Pochi, pochissimi

sono quelli che hanno «battuto» questa strada con costanza, con più prove

narrative, mentre sono molti gli autori di un solo libro, i «migranti che scrivono»

(Gnisci 2002, 194-195; 2003, 173). In secondo luogo, può aver influito la tradizionale

«marginalità» della letteratura per l’infanzia e per la gioventù – non a caso

denominata dagli specialisti della materia, «la grande esclusa» –, con canali

autonomi, per addetti ai lavori. Da qui la scarsa visibilità anche della produzione

italofona per ragazzi degli stranieri. In terzo luogo, è mancato quel complesso

diversificato di risorse di cui la letteratura della migrazione per adulti ha potuto

avvalersi nell’ultimo decennio, e che ha legittimato, valorizzato, sostenuto,

accompagnato, creato spazi ai giovani scrittori migranti, ha contribuito a dare

visibilità – seppure di «nicchia» – a una scrittura che stenta a farsi spazio nel

panorama italiano

2. Non3.4.

1

interculturali del Dipartimento di Italianistica dell’Università degli Studi di Bologna.

Questo studio sarà pubblicato sul primo numero di “Scritture Migranti”, una nuova Rivista di scambi

2

Come già segnalava Pezzarossa 2004, 24-27 e nota 38.

3

narrativa della migrazione per ragazzi.

Solo nel 2006 il premio Eks&Tra ha previsto, nel bando della XIII edizione, una sezione riservata alla

4

Internazionale sulla letteratura della migrazione di Mantova, all’interno del seminario su «La letteratura

della migrazione per ragazzi e la didattica interculturale»; nel 2006 ad Anghiari, al Simposio Scientifico

Di recente l’argomento è stato introdotto in alcuni incontri pubblici: nel 2005 al V Forum

2

È mia convinzione che tutti questi fattori abbiano un peso nel nostro discorso,

benché a motivare l’assenza delle opere per ragazzi degli scrittori migranti nelle

bibliografie sulla letteratura della migrazione, e più in generale nel dibattito

scientifico, sia più semplicemente la scarsa conoscenza di una produzione piuttosto

giovane e dispersiva, pubblicata soprattutto da piccole case editrici, talvolta semiclandestine,

alimentata anche dall’esistenza di canali paralleli tra letteratura per

adulti e letteratura per ragazzi.

Ciò nonostante la letteratura italofona degli stranieri per bambini e ragazzi ha al

suo attivo, come vedremo, alcune prove letterarie importanti e alcuni autori hanno

ottenuto un successo, di critica e di vendite, incomparabile con qualsiasi scrittore

migrante per adulti

che pubblica stabilmente per i giovani, un gruppo di autori che sta crescendo e che è

destinato a crescere e farsi sentire nei prossimi anni. In questo senso, insegna

l’esperienza dei Paesi a tradizione migratoria (e coloniale) più risalente nel tempo: in

Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Germania, tanto per citare alcuni paesi, la

narrativa per ragazzi è ricca di voci migranti, di prima e seconda generazione, e

molte di queste narrazioni sono oggi tradotte anche in Italia.

http://www.comune.bologna.it/istruzione/cd-lei/convegnoletteraturemigranti/images/documenti/Materiali_convegno/luatti.pdf

5. Al suo interno emerge un gruppo, ancora circoscritto, di scrittori

 

Il buddhismo

Il buddhismo è la religione universale a carattere salvifico-liberatorio fondata sulla predicazione del Buddha. Assume connotazioni varie secondo le zone di diffusione. E una delle più grandi religioni del mondo perché pone come elementi dell’esperienza religiosa le tematiche del destino dell’uomo e il problema dell’angoscia, del dolore, della precarietà dell’esistenza umana, proponendo una sua originale via di superamento e di liberazione, fondamentalmente più filosofica che religiosa.

http://www.astori.it/religione/Buddismo/buddism1.htm#nome