Senza Bavaglio

FREE LANCE ROMA: TUTTI A CENA LUNEDI’ 2 OTTOBRE

Lunedì 2 ottobre consueto incontro mensile con i free
lance di Roma che si riconoscono nelle posizioni di
Senza Bavaglio.

L’apppuntamento è fissato per le ore
20.30 presso la sede di Critica liberale che
gentilmente ci ospita, in via delle Carrozze, 19.

All’ordine del giorno il rinnovo contrattuale e
l’individuazione di forme  di lotta sindacale
alternative alo sciopero e l’iniziativa riguardante il
documento ‘marchette’.

Per contatti
Alesandra Lombardi 328-2932969
Gianvittorio Fedele 349-1905305  gv.fedele@ gmail.com

((((((((((((((((( Blog di Beppe Grillo: Cultura libera )))))))))))))))))

                          2006.09.27 17:10:57

————————————————————————

     La televisione negli anni ’50 e ’60 tra censure, mutandoni
    alle ballerine, telefonate del politico baciapile di turno al
    direttore di testata, ha comunque prodotto qualcosa. Un
    qualcosa che si chiama cultura.Fo e la Rame furono cacciati,
    Walter Chiari…

————————————————————————

Clicca sul link seguente per visualizzare il post:
http://www.beppegrillo.it/2006/09/cultura_libera.html

Scarica e stampa La Settimana:
http://www.beppegrillo.it/magazine.php

                                                                                                                    Comunicato Stampa

 

Maria , mandaci una cartolina dalla Bielorussia

di Alessandro Maria Fucili

 

Il viaggio di ritorno di Maria  per la nazione di Lukaschenko e per il suo Internat fa felici molti, e fa piangere altri: perché ?

 

Genova: Dopo venti giorni di prolungata e forzata vacanza, torna in patria la bambina Bielorussa ospite per un soggiorno terapeutico temporaneo presso una famiglia affidataria italiana. Le forze dell’ordine hanno ricevuto l’ordine di intervenire prima che la situazione superasse il limite della decenza e della intelligenza . Nessuno infatti crede più alla ricerca senza risultato, ma all’attesa dell’intervento per evitare ulteriori tensioni. Mentre un gruppo di famiglie intrappolate nell’adozione internazionale in Bielorussia da oltre 3 anni protestava sotto il Palazzo del Governo a Roma, la bambina veniva prelevata in Val d’Aosta e posta in una Comunità in attesa delle decisioni del Tribunale per i Minorenni di Genova. In attesa del rimpatrio ormai imminente.

A raffica , su TV e Radio, e poi sui giornali, posizioni, arringhe difensive: chi a favore della decisione della coppia genovese di bloccare il rientro della bambina, di fatto rapendola, chi invece indignato per tale scelta, sollevato dal prossimo ritorno in patria della bambina.

Nell’affanno di dire ognuno il suo punto di vista sulla specifica situazione, nessuno ha puntato l’attenzione al perché questi “rapimenti “ accadono ed accadono anche abbastanza spesso.

Non è infatti la prima volta che viene “trattenuto” per un prolungamento di soggiorno temporaneo un bimbo bielorusso: e non è la prima volta che un delegato dell’ambasciata corre a riprenderselo con l’ausilio delle forze dell’ordine italiane.

I soggiorni temporanei in Italia di questi bimbi esistono da quasi 20 anni, cioè subito dopo la catastrofe nucleare di Chernobyl.

Ed in questi venti lunghi anni moltissimi bambini arrivati solo per soggiorni temporanei sono “rimasti”, sono stati trattenuti. Ed infine, con una serie di provvedimenti riparatori delle autorità giudiziarie minorili bielorusse e poi italiane, sono stati adottati: anche da coppie non idonee all’adozione.

Adozioni clandestine o illegali? Non proprio, ma certo non perfette nella loro esecuzione, anche se i provvedimenti finali hanno sanato le imperfezioni di un iter formalmente non valido.

Ma le cose sono in questi ultimi anni cambiate molto: sia in Italia che, e soprattutto, in Bielorussia.

L’avvento di Lukaschenko , ultra nazionalista filo sovietico, ha bloccato, in parte sigillato il flusso di adozioni internazionali dalla Bielorussia all’Italia. I soggiorni temporanei che per magia diventavano adozioni, sono stati inibiti. Le adozioni Internazionali sono diventate sempre più difficili con accordi bilaterali sempre meno affidabili.

(leggi : http://www.loretobambino.it/modules.php?name=News&file=article&sid=666 )

Per questo, con il tristemente noto blocco del 2004, i bambini adottati da quell’anno ad oggi dalla Bielorussia sono stati solo 32. Dei famosi 152 bambini del contingente 2004 gli altri 120 probabilmente non saranno mai adottati in Italia.

Figuriamoci poter far partire nuove adozioni per gli anni 2006 e seguire.

Mentre hanno proliferato a dismisura i soggiorni terapeutici temporanei.

E quello che si teme è che ancora, qui in Italia, alcuni referenti di queste organizzazioni che gestiscono questi flussi di bimbi dalla Bielorussia all’Italia continuino a suggerire, a bassa voce, affermando poi il contrario e negando tutto, che si potrebbe provare la strada di bloccare il bambino o la bambina qua in Italia, per motivi di salute.

Il Bel Paese è abituato a ragionare all’italiana: una scappatoia c’è sempre, magari grazie alla conoscenza giusta.

Insomma, cara Maria, tu ritorni nella tua Bielorussia. Di te, fra una quindicina di giorni, non parlerà più nessuno: mi riferisco ai soggetti istituzionali ed ai tanti pela galline che in questi giorni hanno vuotato secchi di stronzate.

L’ennesima figura meschina delle istituzioni italiane è palese: ancor più meschina considerando che la si è fatta con una nazione che è ben difficile considerare democratica , affidabile e moderna.

Quindi ,cara Maria, mandaci una cartolina dalla tua Bielorussia: ci ricorderemo di te e di quanta poca attenzione all’infanzia disagiata l’Italia ha dimostrato e dimostra in questi anni.

 

Alessandro Maria Fucili

Mobile 3483340603

 

Questo testo è in regime di Copylef: la pubblicazione e riproduzione è libera e incoraggiata
purché l’articolo sia riportato in versione integrale, con lo stesso titolo,

citando il nome dell’autore e riportando questa scritta.

Service MyPress

Biblionet Musica,
ecco gli ultimi articoli pubblicati sul sito http://musicaclassica.biblio-net.com.

1. A Roma, la Stagione 2006-7 dell’Accademia Filarmonica (19 ottobre – 17 maggio):
http://musicaclassica.biblio-net.com/artman/publish/news1403.shtml

2. Sandra Masci recensisce il libro "Musicoterapia ad indirizzo fenomenologico":
http://musicaclassica.biblio-net.com/artman/publish/news1402.shtml

3. A Parma, il I Festival Internazionale di Improvvisazione organistica (6 – 22 ottobre):
http://musicaclassica.biblio-net.com/artman/publish/news1401.shtml

4. A Volterra (PI), la seconda edizione del Festival Nazionale dei Coralmente abili (30 settembre):
http://musicaclassica.biblio-net.com/artman/publish/news1400.shtml

5. A Milano, una Mastercalss di Composizione con Julia Wolfe (scadenza iscrizioni, 20 ottobre):
http://musicaclassica.biblio-net.com/artman/publish/news1399.shtml

FAI CONOSCERE LA TUA ATTIVITÀ CON BIBLIONET MUSICA.
LA PUBBLICITÀ CHE RAGGIUNGE IL CUORE DEL MONDO MUSICALE:
http://musicaclassica.biblio-net.com/artman/publish/sponsorship.shtml

A Roma, (29 ottobre – 12 maggio): "L’Educazione Musicale del Bambino da 0 a 6 anni secondo la Music Learning Theory di E. E. Gordon". Corso Nazionale di Formazione AIGAM,  Aut. Ministero Istruzione e Riconosciuto GIML (USA). Rivolto ad insegnanti di musica – lezioni di sabato e domenica –  INFO: 06.58332205 – info@aigam.org  – www.aigam.org
==============

www.letterranza.org

 

24.09.2006

Newsletter N° 1

 Questo è il numero "1" della Newsletter mensile di LettERRANZA.org, la pagina interamente dedicata agli scrittori migranti e alla loro produzione.

 

Questo mese su Letterranza.org:

 

Il "poeta per fame" (Plurirecidivo) Hamid Barole colpisce di nuovo!

Hamid Abdu Barole ha presentato il suo ultimo libro: Seppellite la mia pelle in Africa, Edizione Artesampa di Modena.

Leggere sul sito personale di Hamid Abdu Barole.

 

Premio popoli in cammino

Le scrittrici immigrate Jarmila Ockayova e Laila Wadia vincitrici dell’edizione 2006 del Premio Popoli in Cammino.

Leggere sul sito del premio

 

Un premio per uno scontro

Lo scrittore Amara Lakhous è stato tra i vincitori del premio Flaiano 2006 con il suo ultimo romanzo Scontro di Civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio (E/O 2006).

leggere il comunicato del premio Flaiano

 

Queste e altre notizie potete legger andando nella rubrica news degli autori.

 

La casa editrice torinese Traccediverse organizza

Una Giornata di studi sull’intercultura centrata sull’espressione letteraria degli immigrati  a Napoli giovedì 28 settembre p.v.

leggere il comunicato

 

Il Coordinamento delle Associazioni e delle Comunità degli Immigrati della provincia di Trieste (CACIT) lancia un appello alla scrittura in vista di una pubblicazione antologica dal titolo "Cuori migranti".

Leggere il comunicato.

 

Visitate il sito,

date un’occhiata e fateci sapere i vostri suggerimenti su come migliorarlo e ampliarlo.  www.letterranza.org

 

COSPE FLASH N. 08-06
25 settembre 2006

Davvero non riuscite a vedere?
Oltre ai preziosi contributi dei nostri cooperanti e collaboratori che lavorano all’estero, riceviamo e pubblichiamo per questo numero di Cospe Flash uno straordinario articolo della giornalista israeliana Amira Hass apparso sul quotidiano Haaretz.
 “Una voce che insieme a quelle dei soldati che si rifiutano di combattere, ai giovani e non solo giovani israeliani che ogni settimana manifestano insieme ai palestinesi a Bi’ilin per fermare il muro, alle donne della coalizione per la pace alle tante associazione per i diritti umani mostrano l’ Israele che bisogna salvare da una politica militare e coloniale”.
Luisa Morgantini – Europarlamentare
________________________________________________________________
In questo numero:

Uno sguardo internazionale:
 – Israele: “Davvero non riuscite a vedere?”  Amira Hass
 – Argentina: “Vinil Plast: Storie di non ordinaria amministrazione”  V. Cirillo
 – Cuba: Progetti sociali a rischio dopo il rifiuto dei finanziamenti UE  O. Matos

Dai progetti:
 – Il gemellaggio culturale fra Castel San Pietro Terme e Il Cairo
 – Clean up Axim. “Puliamo il mondo” Ghana
 – Volontari cercasi: nuovo bando per il servizio civile

Agenda appuntamenti:
– Genova: Biodomenica
– Prato: Alter Mundi
– Torino: Terra Madre
– Buenos Aires: Economia sociale

Segnalazioni:
– La legge regionale sull’immigrazione
– Percorsi di cittadinanza
– Argentina: “Nudos”. Sul sito il bollettino mensile del progetto
– Presentato il rapporto Enar
– Scuola Cospe
_______________________________________________________________

ISRAELE:
“DAVVERO NON RIUSCITE A VEDERE?“
Lasciamo da parte quegli israeliani la cui ideologia sostiene che l’ espulsione della popolazione palestinese dalle sue terre è giusta perché Dio ci ha prescelto. Lasciamo da parte i giudici che danno copertura ad ogni politica militare volta ad uccidere e a distruggere. Lasciamo da parte (…) leggi l’articolo su www.cospe.org
30 agosto 2006  Amira Hass- Traduzione a cura di Teresa Malsano  Haaretz

ARGENTINA:
“STORIE DI NON ORDINARIA AMMINISTRAZIONE”
Dall’Argentina il racconto della trasformazione di una fabbrica dai tempi della crisi alla rinascita attraverso l’occupazione e la gestione in cooperativa (sostenuta dal progetto UE-promosso da Cospe, Mlal e una cospicua rete di partner locali).
Si trova in Suipacha 375, nei dintorni di Buenos Aires, precisamente in una centro urbano decisamente non piccolo che porta il nome di Quilmes. È Vinil-plast; potrebbe essere una fabbrica qualunque di prodotti in plastica, come porte, rivestimenti, tubi…e, invece, non lo è. (…) leggi l’articolo su www.cospe.org
11 settembre 2006 – Valeria Cirillo- Cospe

CUBA:
“PROGETTI SOCIALI A RISCHIO DOPO IL RIFIUTO DEI FINANZIAMENTI UE
Intervista di Orlando Matos (Inter Press Service News Agency) a Marco Terreni,  cooperante COSPE a Cuba.
Il rifiuto da parte del governo cubano dei fondi dell’Unione Europea per progetti di cooperazione, e le sue nuove regole sui finanziamenti internazionali, minacciano la continuità operativa delle organizzazioni non governative europee sull’isola. (…) leggi l’articolo su www.cospe.org
24 luglio 2006 – Orlando Matos  IPS (Inter Press Service News agency)
_________________________________________________________
DAI PROGETTI:
GEMELLAGGIO CULTURALE FRA CASTEL SAN PIETRO TERME E IL CAIRO
Siglato, nel nome di Luciana Sassatelli, il gemellaggio tra la Biblioteca di Castel San Pietro Terme e la biblioteca “Hagar el Nour”  (Pietra di luce)  di Abul el Nombros, una cittadina nei pressi de Il Cairo (nel Governatorato di Giza). L’accordo è stato raggiunto durante la visita della delegazione egiziana svoltasi dal 18  al 23 settembre a Bologna e Castel San Pietro. La delegazione era composta  da Dowlat Hammouda (bibliotecaria), Fathi Salem (responsabile del Centro Educativo Abu El Nomros), Sayed Hammouda (animatore culturale) e Ali Tanashi (rappresentante del Consiglio di Amministrazione del Centro). Il progetto Abu El Nomros è nato nel 2004 dalla collaborazione fra COSPE e CDA – Community Development Association, fondata nel 1948. Nel corso degli anni l’associazione si è impegnata su diversi fronti, realizzando un centro polifunzionale che ospita numerose attività.
Per informazioni: Gabriella Oliani –  COSPE BOLOGNA  tel. +39 051 546600

CLEAN UP AXIM- GHANA “PULIAMO IL MONDO”
Si è svolta il 23 e 24 settembre scorsi la terza edizione di “Puliamo il mondo” ad Axim- Ghana. Si tratta del più grande appuntamento di volontariato ambientale nel mondo, organizzato in Italia da Legambiente. In Ghana dove l’iniziativa è sbarcata nel 2004, Legambiente, insieme a COSPE, all’associazione ghanese “Ghana Wildlife Society” e all’ assemblea del Distretto Nzema Est, sta promuovendo  un programma per la sperimentazione di un modello pilota di gestione integrata dei rifiuti nella città di Axim. Il programma prevede anche momenti di educazione ambientale con il coinvolgimento della comunità locale. Il Ghana è infatti interessato da un’emergenza sanitaria e di gestione di rifiuti aggravata dalle privatizzazioni dei servizi pubblici che praticamente hanno reso la raccolta dei rifiuti e altri servizi di base un privilegio per pochi. “Clean- up Axim”  ha visto la partecipazione di gruppi di donne, di associazioni giovanili, circa 1000 alunni delle scuole di Axim e oltre 2000 volontari.
Per informazioni: Lara Panzani – COSPE tel. 055 473556

VOLONTARI CERCASI: NUOVO BANDO PER IL SERVIZIO CIVILE
E’ uscito il  nuovo bando del Ministero della solidarietà sociale  per volontari da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all’estero.  Il COSPE cerca 10 volontari per i progetti in Italia  e 4 da impiegare in ogni progetto all’estero: Ghana/Swaziland, Egitto e Brasile. I candidati devono avere meno di 28 anni. La scadenza per la presentazione delle domande è il 16 ottobre. Il bando e la domanda sono scaricabili sul sito www.serviziocivile.it. Maggiori dettagli sui progetti COSPE sul nostro sito www.cospe. org ( sezione documenti)
Per informazioni: Sara Malavolti – COSPE  tel. + 39 055 473556
________________________________________________________________________________

AGENDA APPUNTAMENTI:

5 ottobre
Prato- Officina Giovani (piazza dei macelli)
“Altermundi- incontro di culture e popoli”
“Una scuola di tanti popoli per una nuova legge regionale sui migranti”
Nell’ambito della terza edizione di “Alter Mundi” organizzata da Provincia e Comune di Prato ad Officina Giovani dal 4 all’8 ottobre, si parlerà di scuola e multiculturalità. Per il COSPE interviene Udo Enwereuzor. Sarà questa l’occasione anche per discutere e riflettere sulla proposta di legge regionale sull’immigrazione. La manifestazione propone un ricco calendario di incontri e dibattiti e anche cultura, teatro, danza, lingua, musica e gastronomia da tutto il mondo.  Il programma completo si trova sul sito della  Provincia di Prato.
Per informazioni: www.provincia.prato.it

1 ottobre
Genova  piazza delle Feste del porto antico
“Biodomenica” 
La Biodomenica è la festa dell’ambiente, della salute, dell’alimentazione e del gusto, dedicata all’agricoltura biologica organizzata dall’AIAB, l’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica, Legambiente e Coldiretti, in collaborazione con Città del Bio, Crocevia.  COSPE vi parteciperà con uno stand e un programma di animazione per bambini.
Per informazioni: COSPE GENOVA – tel. + 39 010 2469570

26- 30 ottobre 2006
Torino  Oval Lingotto
Terra madre  II edizione
Anche quest’anno COSPE partecipa a “Terra madre”, manifestazione organizzata da Regione Piemonte, città di Torino e Slow Food nell’ambito del “Salone del Gusto”. Quest’anno saranno presenti a Torino delegazioni provenienti da Swaziland, (da Shewula e da Kambhoke), Senegal, Ghana e Niger. Per la seconda edizione di “Terra Madre”, nata nel 2004 con l’intenzione di riunire i rappresentanti di comunità di cibo rappresentative di modelli di produzione agro-alimentare sostenibili,  giungeranno a Torino da tutto il mondo i delegati di 1700 Comunità del cibo provenienti da 150 Paesi, 1000 cuochi ed i rappresentanti di 250 Università. “Terra Madre” 2006 punterà l’attenzione su tre grandi temi: il sapere dei produttori, la loro esperienza, la creatività dei cuochi e la scienza.
Per informazioni:www.slowfood.it

16-17 novembre 2006
Buenos Aires
”Sistematizzazione delle esperienze di economia sociale e modelli di autogestione”.
L’incontro è promosso da il Ministero del lavoro, dell’occupazione e della sicurezza sociale di Buenos Aires in collaborazione con i partner del progetto “Redes de empresas, redes de personas”. La due giorni si propone  incrementare il dialogo fra i referenti delle distinte istituzioni, gli organismi del pubblico e del privato, nazionali e internazionali che hanno sviluppato esperienze di economia sociale ed autogestione. Il seminario  vede la partecipazione di rappresentanti di paesi come Uruguay, Brasile, Venezuela. Per l’Italia interverranno: Simone Mattioli- presidente Legacoop regione Marche e Alberto Alberani e Tullio Maccarrone della Legacoop  Bologna) il tutto suggellato dall’esposizione fotografica permanente, a cura di Andras Calamandrei.
Per informazioni: Francesca Pieraccini  COSPE  tel. + 39 055 473556
_______________________________________________________
SEGNALAZIONI:

La legge sull’immigrazione della Regione Toscana
Il COSPE, sulla base delle esperienze maturate sul fenomeno, le pratiche e i processi migratori e l’integrazione delle persone immigrate sul territorio, condivide ed apprezza l’impostazione generale del documento di lavoro elaborato dalla Regione Toscana su una futura legge regionale sull’immigrazione. Il Cospe ha proposto però, insieme ad altri soggetti operanti sul territorio toscano, alcune osservazioni su alcuni aspetti rilevanti per la vita dei migranti che sono stati sufficientemente sviluppati nel testo di legge regionale (…) leggi il documento su www.cospe.org (sezione documenti)
Per informazioni: Camilla Bencini  Cospe – tel + 39 055 473556

Speciale “Percorsi di cittadinanza”
Il 2 ottobre 2006 esce un numero speciale, interamente curato da COSPE, su informazione e multiculturalità. “Percorsi di cittadinanza” è l’allegato mensile di  “Aut&Aut”, giornale dell’ dell’ Anci, e viene realizzato grazie alla collaborazione delle “Consulte per l’immigrazione e la pace” e al contributo del Cesvot. Si rivolge ad  amministratori e dirigenti degli Enti Pubblici  toscani e al mondo dell’associazioni ed ha una tiratura di circa 5000 copie.   
Per informazioni: www.ancitoscana.it

E’ on line il numero 3 di “Nudos” il bollettino mensile del progetto “redes de empresas, redes de personas”  a  Buenos Aires
In questo mese da segnalare: l’ intervento di  Alberto Ramon Jaime – Presidente della cooperativa Vinilplast  “lottiamo per ciò che ci appartiene”, e l’ intervista alla deputata italiana Elena Cordoni: “Neanche Berlusconi ha potuto niente contro le cooperative”.
Scarica il bollettino, in spagnolo, dal nostro sito (www.cospe.org- sezione aree di intervento)
Per informazioni: Francesca Pieraccini  COSPE  tel. + 39 055 473556

Presentato il rapporto alternativo ENAR (European Network Against Racism) Discriminazioni nel mondo del lavoro, nel settore educativo e durante la ricerca di una casa. Ecco quello che vivono gli stranieri in Italia secondo il ‘Rapporto alternativo Enar (European network against racism) 2005’, redatto da Sara Cerretelli e Camilla Bencini e presentato a Bologna l’11 settembre, nella prima tappa italiana della campagna ‘Si’ alle diversità, no alle discriminazionì, promossa dalla Commissione europea. Il tour è partito  dalla Finlandia e ha già toccato Svezia, Germania, Austria e Slovenia.
Per informazioni – Sara Cerretelli- Camilla Bancini  COSPE +39 055 473556

Scuola COSPE
Al via i corsi di formazione COSPE validi per il conseguimento dei diplomi di tre differenti profili professionali: operatore della cooperazione, Responsabile di progetto, Dirigente di ONG.  Il corso di orientamento-base si svolgerà il 6 e il 7 ottobre. Mentre il primo modulo per dirigente partirà il 14 ottobre. Novità di quest’anno due corsi di cinese: uno base e uno di livello avanzato. Partenza sempre in ottobre.
Per informazioni: Alessandra Brunelli- Giancarlo Malavolti- COSPE-  tel. + 39 055 473556
formazione@cospe-fi.it
_______________________________________________________________

Cospe
Via Slataper 10  50134 Firenze
Tel 055 473556  Fax 055 472806

                                             cospe@cospe.it  www.cospe.org

invitiamo tutti a segnalare notizie e nuovi indirizzi

Il portale di Fabula ha cambiato veste!

Pur mantenendo la stessa accessibilità, si presenta più spensierato, quasi goliardico e si è arricchito di nuove sezioni come la LIBRERIA e, per gli amanti dell’horror, TRE PASSI DEL DELIRIO.

Ma la vera novità, quella alla quale teniamo di più, è IL TESTIMONE, ossia l’editoriale di Fabula che apparirà quotidianamente nella prima pagina del sito per essere poi gelosamente custodito nell’Archivio.

Tutti sono invitati ad inviare brevi storie personali, racconti, sensazioni di quel che provano nel loro quotidiano, senza vincoli politici, filosofici, morali o religiosi (il sistema censura solo il turpiloquio gratuito); i pezzi al momento più idonei usciranno in home page e gli altri verranno conservati in Archivio per essere magari utilizzati in seguito.

 

Sperando di aver fatto cosa gradita, salutiamo tutti i fabulisti.

 

Edizioni Fabula srl

Via Ernesto Lugaro 15/a – 00168 – Roma

Tel. 06 45 44 48 85 – 06 45 44 48 86

Fax 06 45 44 48 87

e-mail: info@edizionifabula.it
<!–
D(["mb","

\n

http://www.edizionifabula.it \n

\n

 

\n

SE REPUTATE CHE TUTTO \nQUESTO SIA SPAM E NON INFORMAZIONE, COMUNICATECELO: NON VI DISTURBEREMO \nPIÙ.

\n\n

“,0]
);
D([“ce”]);

//–>

www.edizionifabula.it