Balletto contemporaneo “Chiqui-llantu. La figlia del Sole”

logo

Balletto contemporaneo (11 giugno 2016 – ore 18 e 20)

Il Direttore dell’Academia Belgica, Wouter Bracke, presenta la prima esecuzione della versione studio del

Balletto contemporaneo : Chiqui-llantu. La figlia del Sole

II° Concerto del ciclo Musaïca
ideato da Laura Sandrin, musicista in residenza

Data: sabato 11 giugno 2016
doppia esibizione, ore 18/ore 20

Ingresso libero su prenotazione (inviti),
specificando il numero di posti e l’orario scelto

Bozzetto ChiquillantuQuesto progetto nasce dall’esplorazione del mondo musicale e artistico Inca, già esistente prima dell’invasione spagnola. La stesura e l’idea del lavoro sono il risultato della volontà del compositore di creare un balletto contemporaneo riprocessando gli elementi musicali, artistici e coreografici della cultura inca secondo una propria idea compositiva.

I canti inca, raccolti dal compositore Roberto Fiore durante i 10 mesi di ricerca in Perù e Argentina, rappresentano la linfa generatrice del lavoro, un’inclusione che è stata in realtà la semina di una nuova musica. L’incontro con Laura Sandrin, artista in residenza presso l’Academia Belgica, ha permesso la realizzazione concreta del progetto dopo anni di gestazione. Il balletto è costituito da varie scene riunite in due parti. La danza è contaminata dal mondo inca e tende a un astrattismo che vuole rappresentare l’idea immateriale della musica: i ballerini si interfacciano l’uno con l’altro per rappresentare le relazioni che nascono tra i personaggi e si muovono nello spazio interagendo con oggetti ed elementi scenici perché è anche la scenografia stessa a influenzare e creare i singoli “quadri scenici”.

La trama di questo lavoro è un racconto inca molto antico, giunto fino a noi grazie all’esploratore Sir Clements R. Markham (1830-1916) e, successivamente, tradotto da Manuel Beltroy nel 1930. Il racconto, proprio per le sue caratteristiche estremamente narrative e per la sua ricchezza di elementi, si presta all’incontro tra la musica, la danza e la pittura. Ci offre, inoltre, spunti per svilupparlo e ampliarlo nelle parti che più ci interessano: la figura del pastore – grande suonatore di flauto –, la danza di chiqui-llantu al centro delle quattro sorgenti, i riferimenti continui a indumenti sacri dai colori caratteristici.

Ambientato in un mondo che ricorda lo Shakespheare di “Sogno di una notte di mezza estate”, la leggenda narra la storia d’amore di Chiqui-llantu, figlia del Sole IntiRaimi, con il giovane pastore del gregge sacro degli Inca, Acoya-napa. Egli, spesso, era abituato a suonare il flauto durante il suo lavoro. Un giorno suonava così intensamente da non accorgersi dell’arrivo delle due figlie del Sole. Le due principesse potevano percorrere in lungo e in largo la terra intera ed erano solite visitare i vari luoghi del mondo durante il giorno, illuminate dalla luce del padre, ma, durante le notte, erano obbligate a rimanere nel palazzo del Sole. Giunte dal pastore, che stava suonando, le due sorelle gli domandarono del pascolo sacro. Acoya-napa, sorpreso e un po’ spaventato, appena vide le regali figlie del Sole si inginocchiò di colpo e divenne pallido. Le due figlie del Sole allora lo tranquillizzarono, lo fecero rialzare e lo rassicurarono dicendogli di stare tranquillo. Una volta rialzatosi e recuperata la calma, il pastore le salutò baciando loro le mani, e fu così gentile e amabile che la più grande delle due, Chiqui-llanto, si trattenne con lui domandandogli da dove venisse e chi fosse. Incuriosita poi da un suo copricapo d’oro gli chiese che cosa rappresentasse. Acoya-napa le spiegò che rappresentava piccoli animali che mangiavano un cuore, ma che il suo nome era Utusi, parola inventata dagli innamorati e il cui significato è atto d’amore.

Sarà possibile sostenere il progetto con una donazione.

definitivi logo B1Equilibria Logo 2theatre dance

Academia Belgica – Via Omero 8, Roma – www.academiabelgica.it

index.php?option=com_acymailing&ctrl=stats&mailid=88&subid=757


Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...