Pisa book festival 2012

Pisa book festival 2012

Incontri sulla traduzione editoriale

23-24-25 Novembre 2012
Palazzo dei Congressi
http://www.pisabookfestival.com/

Venerdì 23 novembre
ore 11.00-13.00 Saletta Business
Patti chiari: i contratti di traduzione
Daniele Petruccioli (STRADE)
Workshop sul contratto di traduzione editoriale, spiegato attraverso un gioco di ruolo che coinvolge i partecipanti. Dopo una breve introduzione generale, verrà proposto un contratto tipo, ricavato dal collage di una serie di contratti veri. Ai singoli partecipanti verrà chiesto di analizzarlo e di identificare le clausole che vorrebbero modificare. Finita questa prima fase di lavoro individuale, i partecipanti discuteranno in gruppo le correzioni proposte e stabiliranno quali sono le condizioni irrinunciabili e quali quelle su cui si può arrivare a un compromesso.

14.00-16.00 Sala Fermi
La macchina editoriale e il ruolo del traduttore
Martina Testa (minimum fax)
Il ruolo del traduttore e del revisore all’interno della casa editrice, dalla scelta dei testi alla pubblicazione.

17.00-18.00 Saletta Business
La sfida effimera e la tortuosa bellezza del tradurre per la stampa
Anna Bissanti (AITI)
Tempistiche, difficoltà, consigli e trucchi per affrontare la traduzione giornalistica. L’attimo fuggente e la frenetica ricerca del traducente giusto. L’ardua arte del compromesso e lo strano caso del revisore ansioso… è la stampa, bellezza!

SABATO 24 NOVEMBRE
ore 10.00 – 11.30 Saletta Business
Come si fa una proposta editoriale
Francesca Casula (Aìsara)
Daniela Di Sora (Voland)
Angelo Molica Franco
Rachele Palmieri (Lotto 49)
Coordina: Ilide Carmignani
A seguire gli editori ascoltano le proposte dei traduttori scout.

ore 11.30 – 13.00 Saletta Business
Mezzo minuto di raccoglimento. Laboratorio sui giochi di parole
Paolo Albani
Le parole sono come degli oggetti, si possono plasmare, manipolare, e con ciò sorprendere il linguaggio nei suoi aspetti più singolari, anomali e divertenti. Nel laboratorio affronteremo alcuni aspetti bizzarri dell’oggetto-parola sperimentando diverse tecniche come quella del lipogramma (scrivere un testo senza una lettera), come ha fatto Georges Perec, o del rebus, muovendo da quelli inventati da Primo Levi, facendo «esercizi di stile» alla Queneau, costruendo parole-valigia o neologissimi sull’esempio di quelli creati da Luigi Malerba, formulando delle permutazioni su un proverbio alla maniera di Toti Scialoja, e altro ancora.

Si segnala il laboratorio di traduzione organizzato da minimum fax all’interno del Pisa Book Festival nei giorni 21, 22 e 23 novembre. Info: http://www.minimumfax.com/corsi/scheda_corso/19

I nostri relatori

Paolo Albani dirige Tèchne, rivista di bizzarrie letterarie e non. Membro dell’Oplepo (Opifico di Letteratura Potenziale), è autore di racconti comico-surreali e di una curiosa trilogia di enciclopedie per Zanichelli: Aga magéra difúra. Dizionario delle lingue immaginarie (1994 e 2011; Les Belles Lettres 2001 e 2010); Forse Queneau. Enciclopedia delle Scienze Anomale (1999) e Mirabiblia. Catalogo ragionato di libri introvabili (2003); per Quodlibet ha pubblicato il Dizionario degli istituti anomali nel mondo (2009) e I mattoidi italiani (2012).

Anna Bissanti (AITI) si occupa di traduzione giornalistica da quindici anni e ha un rapporto di collaborazione continuata con i più importanti media italiani in formato cartaceo e online (Gruppo Repubblica-l’Espresso, il Sole 24 ore, Internazionale-Presseurop, NY Times, Russia Oggi). Tra i libri che ha tradotto da inglese e francese prevalgono la saggistica, testi di filosofia, critica letteraria e teologia, ma anche libri per bambini, testi di design, romanzi storici e intimistici.

Francesca Casula (Aìsara), è editor di Aìsara fin dalla fondazione della casa editrice. Di formazione classica, si occupa di narrativa italiana e straniera. Nel tempo libero (?) fonda associazioni culturali che hanno come scopo la promozione della lettura. Ultima in ordine di tempo, Lìberos. Sogna di avere, un giorno, una vita privata.

Daniela Di Sora (Voland), è nata a Roma e da sempre si occupa di lingue e letterature slave. Laureata in russo con Angelo Maria Ripellino, è vissuta e ha lavorato a Mosca e in Bulgaria per oltre 10 anni. Ha insegnato letteratura russa e bulgara all’Università di Pisa, e poi le stesse discipline all’Università di Tor Vergata. Traduce dal russo e dal bulgaro. Nel 1995 ha fondato la casa editrice Voland, che dirige.
Angelo Molica Franco, è laureato in Linguistica e si è specializzato in Letterature Comparate alla Sorbona. È consulente editoriale, editor e traduttore letterario. Collabora con Laura Lepri Scritture, Del Vecchio Editore, edizioni Alet, Barbès Editore, Voland. Ha insegnato presso il Laboratorio RAI di scrittura Creativa. Gli autori da lui tradotti sono: Yasmine Ghata, Colette, Didier Decoin, Pierric Bailly, Marguerite Duras, Jean-Jacques Schuhl. Scrive di libri su “Il corriere nazionale”, “L’Indice dei Libri” e “Il mucchio selvaggio”.

Rachele Palmieri (Lotto 49) è stata libraia, collaboratrice dell’Ufficio Biblioteche in carcere di Roma, responsabile dei corsi di editoria e scrittura di minimum fax e redattrice freelance. Nel 2011 ha fondato insieme ad altre cinque socie l’agenzia letteraria e service editoriale Lotto 49 (http://www.lotto49.it), che offre servizi di redazione, editing, ufficio stampa, formazione, consulenza aziendale e ricerca bandi, sviluppo di contenuti web e realizzazione di e-book. Dentro Lotto 49 ricopre i ruoli di agente letterario, editor e redattrice

Daniele Petruccioli (Strade) è nato a Roma, dove vive. Per anni si è occupato principalmente di teatro. Dal 2005 collabora come traduttore e scout con diverse case editrici. È la voce italiana di Dulce Maria Cardoso e Philippe Djian. Fra i suoi autori: Pepetela, Mia Couto, Mark Dunn, Jean-Philippe Blondel, Ndumiso Ngcobo. Attualmente sta traducendo Osman Lins.

Martina Testa (minimum fax) è nata a Roma ed è attualmente il direttore editoriale di minimum fax. Ha tradotto una quarantina di libri dall’inglese americano, per minimum fax e altre case editrici; fra gli autori su cui ha lavorato ci sono David Foster Wallace, Jonathan Lethem, Cormac McCarthy, Zadie Smith, Aimee Bender. Nel 2009 ha vinto il Premio Nazionale per la Traduzione. Insieme a Marco Cassini ha curato l’antologia Burned Children of America (minimum fax 2001) e l’edizione italiana del Futuro Dizionario d’America (ISBN edizioni 2006).

A cura di Ilide Carmignani

L’ingresso in fiera è libero e gratuito.
Gli incontri non prevedono biglietti o prenotazioni.

http://www.intralinea.org/news/item/pisa_book_festival_2012


Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...