L i n    D e l i j a



 
"Ho lavorato per arricchire la mia intelligenza, per soddisfare le differenti esigenze del mio spirito, sforzando tutto il mio essere alla comprensione delle diverse interpretazioni dell'arte date dagli antichi maestri e dai moderni". (Henri Matisse).

Anche per Lin Delija la pittura è una ricerca continua e totalizzante, sempre tesa tra il passato e il contemporaneo.

Allievo di Amerigo Bartoli Natinguerra (1890-1971) e Mario Mafai (1902-1965), già proveniente da una cultura figurativamente erede dell'arte bizantino-orientale-slava, rimane attratto inizialmente dal classicismo del rinascimento italiano (in maniera particolare dai maestri del colore veneti) e successivamente dal "caldo espressionismo" mediterraneo dell'ultima scuola romana. Il suo sguardo attento si posa anche sui fauve e, pur non condividendo gli esiti estremi, sulle recenti avanguardie informali.

Stimoli così eterogenei sono solo alcuni dei presupposti che permettono al Delija di compiere un viaggio artistico unico e avventuroso, attuato con modalità specifiche e complesse. Tale ricerca porterà alla realizzazione di opere di innegabile raffinatezza formale e a toccare vertici di sublime tensione, in particolare nei grandi temi dell'arte sacra.

"Ecco perche' Lin Delija non somiglia a nessun altro" (F.Colli)…per questo e molto di più.

  http://www.museoantrodoco.it/ 


Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...