Academia Belgica,

lunedì 15 giugno 2009 alle ore 20.00 precise

interpreti:

Yossif Ivanov, Violino, e Philippe Ivanov, Pianoforte

G. TARTINI (1692 – 1770)

Sonata in Sol minore

Il Trillo del diavolo, per violino e pianoforte

Larghetto affettuoso

Allegro moderato

Andante

Allegro assai

F. CHOPIN (1810 – 1849)

Andante Spianato e Grande Polacca Brillante op. 22, per pianoforte solo

C. SAINT-SAENS (1835 – 1921)

Introduzione e Rondò Capriccioso op. 28, per violino e pianoforte

 

Il Direttore dell’Academia Belgica,

Walter Geerts

Via Omero 8

00197 Roma

06 20398631 www.academiabelgica.it

 

Yossif Ivanov, violino

A soli 23 anni Yossif Ivanov può vantare un curriculum prestigioso. Nato in Belgio, in una famiglia di musicisti, vince il

primo premio al Concorso Internazionale di Montreal del 2003 e il secondo premio, nonché premio del pubblico, al

Concorso Regina Elisabetta di Bruxelles nel 2005. Al Midem 2006 è premiato come

Rising Star

a Vienna, Concertgebouw ad Amsterdam, Palais des Beaux-Arts a Bruxelles, Cité de la Musique a Parigi e Symphony

Hall di Birmingham.

Come solista è stato ospite di orchestre quali London Philharmonic, English Chamber Orchestra, National Polish Radio

Orchestra, Montreal Symphony Orchestra, Orquestra Nacional do Porto, Orchestre de la Suisse Romande, Lucerne

Symphony Orchestra, Brabants Orkest, Orchestre de l’Opéra de Marseille, Québec Symphony Orchestra, Orchestre

National de Lille, Orchestre Philharmonique de Luxembourg, UBS Verbier Chamber Orchestra, Gelders Orkest, sotto

la direzione di Yannick Nézet-Séguin, Marin Alsop, Jean-Claude Casadesus, Paul Goodwin, Yoav Talmi, Jaap Van

Zweden, Damian Iorio, Joana Carneiro, David Stern, Louis Langrée e Pierre Bartholomée.

Il suo primo CD (Ambroisie/Naïve -2006) è stato premiato con il Diapason d’Or de l’Année. Nel 2008 sono stati pubblicati

Outstanding Young Artist.dell’European Concert Hall Organization, ha suonato in sale quali Carnegie Hall di New York, Musikverein

Con Passione

Bartok) con la Royal Flemish Philharmonic. Nel 2009 registrerà i concerti per violino di Dutilleux e Rafael D’Haene

con l’Orchestre de l’Opéra di Lione e la direzione di Kazushi Ono.

Yossif Ivanov suona lo Stradivari Lady Tennant del 1699, gentilmente concesso dalla Stradivari Society of Chicago.

con il pianista Itamar Golan, ed il suo primo CD orchestrale (concerto n.1 di Shostakovic e n. 2 di

Philippe Ivanov, pianoforte

Philippe Ivanov nasce nel 1988 ad Anversa in una famiglia di musicisti. Riceve le prime lezioni di pianoforte all’età di

cinque anni da sua madre e prosegue poi gli studi con Sergey Leschenko a Bruxelles e Irina Zaritskaya a Londra.

Nel 1998 riceve il primo premio ed il premio SABAM al concorso

Cantabile di Anversa, vincendo anche i concorsi

Jeunes Musiciens

KV 467 di Mozart.

Nel 2002 si laurea al concorso nazionale

Belgio al 12° EBU Eurovision Young Musicians a Lucerna, in Svizzera. Nel 2005 è premiato al concorso

a Bruxelles e André Modeste Grétry a Liegi. Lo stesso anno debutta con orchestra nel concerto per pianoforteTenuto della Radio-Televisione Belga a Bruxelles e nel 2004 rappresenta ilJonge solisten

organizzato dalla Reale Società Filarmonica delle Fiandre.

Dal 2001 Philippe Ivanov studia al Koninklijk Conservatorium di Bruxelles con Daniel Blumenthal. Ha frequentato

masterclasses con Anatol Ugorski, François-René Duchable, Vitaly Margullis, Mennahem Pressler, Zoltan Kocsis, avvalendosi

dei preziosi consigli di direttori quali Michael Schonwandt, Rudolf Barshaï e Philippe Herreweghe.

Nell’ottobre 2004 è stato ammesso all’Accademia “Incontri col Maestro” di Imola dove ha studiato sotto la guida di

Boris Petrushansky, Michel Dalberto e Louis Lortie.

Philippe Ivanov ha suonato come solista con l’Orchestre des Jeunesses Musicales di Anversa, l’Orchestre de la Radio

Flamande (VRO) e la Philharmonie Royale des Flandres e ha tenuto recital nei principali paesi europei (

d’Aulne

d’été de Reims)

Belgica (Roma) il 10 gennaio 2007.

È attualmente iscritto al Mannes College of Music di New York. Prima di esibirsi a Roma avrà suonato, il 21 maggio,

alla Carnegie Hall di New York nel ciclo

Juillet Musicale Printemps Musical de Silly, Palais des Beaux-Arts), Bruxelles; (MIDEM Classique e 15èmes Flâneries musicales, e negli Stati Uniti (Haverford International Youth Festival of Music & Arts). Si è esibito all’AcademiaMusical Treasures from Bulgaria.

Academia Belgica

: incrocio e crogiuolo di culture

Lo scambio di idee tra l’Italia e il Nord Europa, e viceversa, è in corso da secoli. Il pensiero umanistico e rinascimentale

era andato allargandosi oltr’Alpe molto prima della fondazione degli stati moderni. L’operato dell’

in questa

dell’Europa e del mondo. Per realizzare il progetto è occorsa la tenacia di un triumvirato che riuniva l’interesse scientifico

e una decisiva azione politica: Franz Cumont, Henri Pirenne e Maurice Lippens. Li ricordiamo oggi con gratitudine.

Ubicata negli incantevoli dintorni della

oggi la freschezza dei primi giorni, grazie all’intervento della

hanno voluto incidere nella pietra una chiara volontà di potenziamento dell’unico istituto scientifico federale fuori territorio

nazionale. In seno all’accademia si è ampliata la rosa delle discipline, rispetto a prima, e si sono diversificate le tipologie

d’attività. Il saldo legame tra l’accademia e i suoi partner strutturali, l’Istituto Storico Belga di Roma e la Fondazione

Principessa Maria-José, oggi costituisce una triade con un notevole potenziale di sviluppo.

Già esibitisi giovanissimi all’

va rivolto a loro e alle quattro “case” delle quali si avvale il Belgio in questa città, il Ministero per la politica scientifica,

autorità di riferimento per l’

Quirinale e l’Ambasciatore J.De Bock, l’Ambasciata presso la Santa Sede e l’Ambasciatore F. De Coninck, la Chiesa e

Fondazione Reale Belga

a realizzare, come ulteriore tappa negli scambi tra il Belgio e l’Italia, i quattro concerti di Yossif e Philippe Ivanov.

Academia Belgica s’iscrivelongue durée. Nasce la nostra accademia nel 1939, in una stagione non facile per le sorti dei due paesi,Villa Borghese, la solenne architettura razionalista di Via Omero 8 ha ritrovatoRégie des Bâtiments/Regie der Gebouwen. Le autorità belgheAcademia Belgica, nel 2004, i fratelli Ivanov si dimostrano fedeli a Roma. Un sentito grazieAcademia Belgica, e più particolarmente la Ministro S.Laruelle, l’Ambasciata presso ilSan Giuliano dei Fiamminghi e il Rettore R.P.H.Vanermen, mSC, per aver generosamente contribuito

Walter Geerts

Direttore

 

Ambasciata del Belgio presso il Quirinale Ambasciata del Belgio presso la Santa Sede

Con il sostegno del Ministero Belga Degli Affari Esteri

Chiesa e Fondazione Reale Belga

San Giuliano dei Fiamminghi

 


Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...