Linguaculture

ottobre 22, 2014

Firenze 31 gennaio 2015 – Tradurre il vintage – Laboratorio di traduzione editoriale dall’inglese

Filed under: Uncategorized — Linguaculture @ 4:30 pm

Originally posted on STL Formazione:

nyc-flea-market-blue-wall1

Con il patrocinio gratuito delle associazioni AITI, ANITI e ASSOINTERPRETI

Sabato 31 gennaio 2015

Ore 10.00-18.00

Hotel Rivoli, Via della Scala n. 33 FIRENZE

——–

OBIETTIVI

  • Saper riconoscere gli elementi linguistici specifici di un determinato contesto storico e sociale ed essere in grado operare delle scelte consapevoli sulle possibili modalità di resa in italiano.
  • Capire quando è opportuno addomesticare parole, modi di dire, intercalari connotati da questo punto di vista e quando invece è meglio normalizzare.
  • Imparare a progettare una strategia traduttiva, perché non ci sono scelte giuste o sbagliate di per sé, ma solo scelte coerenti con la strategia che si sceglie di seguire.

CONTENUTI

Il corso si dividerà in una parte teorica introduttiva e in una parte pratica alla quale sarà dedicato maggiore spazio.

Nella parte teorica si analizzeranno e si classificheranno:

1) i vari modi in cui un testo può essere cronologicamente connotato…

View original 414 altre parole

I Giovedì Max – Grande inaugurazione Giovedì 30 Ott. – Ca’ Bianc a – Milano

Filed under: incontri — Linguaculture @ 3:31 pm

invito%20i%20Gioved%C3%AC%20definitivo%20copia.jpg

loghi.jpg

Seguici anche su

face%20tasto.jpg face%20tasto.jpg
GRUPPO PAGINA

Per disiscriversi da questa newsletter clicca qui

MailUpEmail inviata con MailUp
Con MailUp la cancellazione e’ sicura

c?q=z%3d6IWO%26p%3dO%26E%3dPAQ%26F%3dU5IZR%26l%3dLSxer2QhQYPe-NTzg-KWT7-O4Ui-wUP8N7UfK3xg%26A%3dRU9JRQ8OSS

luglio 10, 2014

ATC conference 2014 – early bird booking 47 days remaining – book now!

Filed under: translations — Linguaculture @ 7:47 am
2f56b8bb-ff84-4b29-ad13-bb97f5c26fd2.png
EARLY BIRD BOOKING NOW OPEN!

The early-bird booking period has now opened 47 days remaining. Discounts of up 20% on the normal delegate rates are available from now until the close of the early-bird period at midnight GMT on Monday, 25th August. To book your place at the conference click HERE.

d3d872b5-7bcc-4a57-8397-5de150395d98.jpg
THE CITY
The city of Brighton & Hove has been selected as the venue for the ATC’s 2014 annual conference. To find out more about the city click HERE.
OFFICIAL CONFERENCE HOTEL
The official conference hotel is the Hilton Metropole Brighton. To reserve your accommodation clickHERE.
OTHER HOTELS
If you prefer to stay at other nearby hotels you can access a list by clicking HERE.
DIRECTIONS
Brighton is less than an hour from London by train and 20 minutes away from London Gatwick Airport. To get directions click HERE.
e05611eb-e3b6-42a4-bcdd-7972c9597a23.jpg
THE PROGRAMME
You may view the full programme by clicking HERE.
WORKSHOPS & MINI-MASTERCLASSES
Please note that the workshop and Mini-Masterclass elements of the conference have yet to be announced. If you are booking now you will be informed about these and given the opportunity to reserve your place at them later.
THE SPEAKERS
Once again the ATC has assembled a line up of speakers who are leaders in their field covering a diverse range of topics aimed to challenge preconceived ideas and spark debate. Click HERE to view the speaker line up.
9c6e26f1-38d8-40dc-81ac-2f6de4c2e234.jpg
SPONSORSHIP PACKAGES
There are a range of sponsorship support packages available and, as always, the organisers are happy to develop a bespoke package to meet individual requirements. To access the full range of sponsorship opportunities click HERE.
SPECIAL PACKAGES
If you would like to negotiate a special package click HERE.
Copyright © 2014 Association of Translation Companies, All rights reserved.
Subscribed to the ATC email list

Our mailing address is:

Association of Translation Companies

Unit 24, Level 6

New England House

Brighton, East Sussex BN1 4GH

United Kingdom

Add us to your address book

open.php?u=4b4256b6f1096630775f1cb12&id=c5197eead2&e=0cb6e68fa9

luglio 2, 2014

Le Notti dell’archeologia e il grande cinema in villa

Filed under: Uncategorized — Linguaculture @ 2:39 pm

________________________________________
Il Soprintendente Cristina Acidini
La Direttrice Marilena Tamassia
l’Associazione Amici della Villa Medicea di Cerreto Guidi
giovedì 3 luglio alle ore 21
proiezione di “Cabiria”

All’interno de Le Notti dell’archeologia, giunte ormai alla quattordicesima edizione e che si terranno l’1, il 3 , l’8 e il 10 luglio, nella splendida cornice del giardino della Villa verrà proiettato il film “CABIRIA” in occasione del centenario della realizzazione del primo kolossal della storia del cinema. Il film, “Cabiria” di Giovanni Pastrone (Italia 1914), sarà proiettato nella versione sonorizzata del 1931 (140 min) a cura di Stensen|Cinema, in collaborazione con Museo del Cinema di Torino. Il kolossal capolavoro diretto da Giovanni Pastrone è il film più famoso e rappresentativo della produzione muta italiana. La sua eccezionale importanza ne ha fatto oggetto di studi, ricerche e di un impegnativo progetto di restauro curato dal Museo Nazionale del Cinema di Torino teso a restituire, per quanto possibile, l’integrità della versione del 1914 e della riedizione sonora del 1931 curata dallo stesso Pastrone.
________________________________________
Per Informazioni telefono 0571 55707 mail amicidellavillacerretoguidi@gmail.com
Villa Medicea di Cerreto Guidi, via dei Ponti Medicei 7, Cerreto Guidi
Sito web: http://www.amicidellavillamediceacerretoguidi.it/

________________________________________

giugno 29, 2014

Catalogo delle Imprese dell’EXPO 2015: I professionisti

Filed under: translations — Linguaculture @ 5:55 pm

Professionisti, non riconosciuti come professionisti dallo stato…

Il 5 giugno si è tenuto un seminario sul Catalogo delle Imprese dell’EXPO 2015, una sorta di
elenco di fornitori a cui potranno accedere i privati, partecipanti all’EXPO
provenienti da 130 paesi del mondo per recuperare beni e servizi di ogni
genere. C’è una quota da pagare per essere inseriti in questo catalogo di 100 euro
fino a un fatturato di 2 milioni di euro. Ci sono però tutta una serie di
restrizioni. E’ previsto che si possano iscrivere solo le imprese e per ora
solo gli architetti come liberi professionisti appartenenti ad un ordine.
Pare, ma non è garantito, che via via inseriranno altre categorie
professionali sempre appartenenti agli ordini.
Io ho fatto un intervento dicendo che esiste il COLAP e che anche se la
nostra professione non ha un ordine, ha comunque il riconoscimento come da
legge 4 ecc. ecc.:

http://www.ancore.net/index.php?option=com_content&view=article&id=373:chi-sono-i-professionisti-non-riconosciuti&catid=18&Itemid=239

Naturalmente i relatori, tutti membri di camere di
commercio, banche sponsor e altro, non avevano mai sentito parlare né del
COLAP: http://www.colap.it/

né della legge sul riconoscimento professionale. Mi hanno però chiesto
di andare sul sito EXPO e di fare questa segnalazione. Pertanto, io proporrei
di scrivere in massa sul sito dell’EXPO, in particolare:

http://fornitori.expo2015.org/IT

facendo le relative segnalazioni, rimostranze, ecc…. e vediamo se arrestano qualcun altro ai vertici e sottovertici
dell’EXPO…..

Beatrice ROMANO
Socia AITI e Assointerpreti

giugno 28, 2014

NEWSLETTER BESA

Filed under: libri — Linguaculture @ 10:55 am

NOVITA’ IN LIBRERIA

Il cuore della terra - Svetislav Basara
AA.VV.
IL MARE SI LASCIAVA ATTRAVERSARE

Autore: AA.VV.
Collana: Passage 46
Categoria: letteratura albanese
Pagine: 323
ISBN 978-88-6280-092-1
€ 15,00

IL MARE SI LASCIAVA ATTRAVERSARE di AA.VV.

“Un’antologia degli scrittori albanesi sull’esodo e sui difficili anni dell’integrazione".

Ron Kubati Va e non torna
Elvira Dones Senza bagagli
Leonard Guaci I grandi occhi del mare
Leoreta Ndoci Lettere (d)al Paradiso
Artur Spanjolli I nipoti di Scanderbeg
Enkelejd Lamaj Ricordi perduti
Darien Levani La pallottola che mi è stata destinata
Fatos Kongoli L’ombra dell’altro
Amik Kasoruho Il lunghissimo volo di un’ora

Il cuore della terra - Svetislav Basara
Arben Dedja
AMPUTAZIONI PROLUNGATE

Autore: Arben Dedja
Collana: Nadir 16
Categoria: letteratura albanese
Pagine: 112
ISBN 978-88-497-0933-9
€ 12,00

AMPUTAZIONI PROLUNGATE di ARBEN DEDJA

"I racconti grotteschi di Dedja fanno ridere amaramente".

Amputazioni prolungate, pubblicato per la prima volta a Tirana nel 2011, segna il debutto in prosa di Arben Dedja. Con una sintassi particolare, quasi allergica al punto fermo, e uno stile tagliente, l’autore porta in scena improbabili quadri di partito, acclamatori un po’ matti, coristi stonati, chirurghi distratti, magazzinieri svitati e un pugno tragicomico di ex agenti segreti del regime. Tutti protagonisti di storie dissacranti e intrise di umorismo nero, che si comportano come ombre impaurite e vaganti di una realtà grottesca, passata oppure attuale.

Arben Dedja è un chirurgo albanese che vive in Italia dal 1999. Lavora come ricercatore precario presso l’Università degli Studi di Padova, dove si occupa di trapiantologia e cellule staminali. In Albania ha pubblicato due libri di poesie e alcuni di traduzioni poetiche (Guido Cavalcanti, William Blake, Umberto Saba, Sylvia Plath e Miroslav Holub). Autotraducendosi, ha pubblicato suoi testi anche in Italia, in riviste cartacee, e-zine e siti internet. Tra i più recenti, La manutenzione delle maschere (Bologna 2010).

Il cuore della terra - Svetislav Basara
Remo Calcich
ITALIANO CON LA CODA

Autore: Remo Calcich
Collana: Nadir
Categoria: letteratura migrante
Pagine: 272
ISBN 978-88-497-0927-8
€ 17,00

ITALIANO CON LA CODA di REMO CALCICH

"La storia e le storie si abbracciano sempre".

Questo romanzo storico-autobiografico, ambientato tra l’Istria e la Puglia, è raccontato da una voce fuori dal comune. Il suo mondo è al confine tra le popolazioni slave e quelle neolatine, ed è un mondo che vive i ritmi della terra. Figlio di un irredentista e di una donna sposata ancora bambina a un "ladro di cavalli", Calcich ci accompagna in un lungo viaggio, dalla guerra al comunismo di Tito alla crisi dei Balcani, fino ad approdare in terra brindisina, con l’esperienza dura del campo profughi. A scuola i compagni, incuriositi dal cognome e dall’accento per loro strano, gli chiedevano se si sentisse più slavo o più italiano. Lo chiese a sua madre. "Mamma, cossa
semo?" Lei rispose: "Picio, semo taliani con la coda".

Remo Calcich nasce a Pola nel 1940 da padre istroveneto e madre dacorumena. Dopo essere scampato alla strage di Vergarolla (Pola) nel 1946, si trasferisce con la famiglia in un campo profughi vicino Brindisi. Nella città pugliese vivrà con la madre, la sorella e il nuovo compagno della madre, un ex ufficiale della marina militare italiana. La Puglia diventerà la sua terra adottiva. Di qui partirà per lunghi spostamenti in Europa e all’estero, fino ad approdare al Palazzo della Pace dell’Aia. Italiano con la coda è il suo romanzo d’esordio.

INCONTRI

Festival del Libro Possibile – Polignano a Mare 9/12 luglio 2014

L’11 luglio alle ore 21:00 in via dei Mulini, il prof. Antonio Lucio Giannone presenterà il romanzo giovanile di Vittorio Bodini Il fiore dell’amicizia. L’attore Antonio Minelli leggerà alcuni estratti dal libro. A seguire la proiezione di alcuni spezzoni del film dedicato a Vittorio Bodini Viviamo in un incantesimo di Giuliano Capani.

Il 12 luglio alle ore 21:00 in vico Porto Raguseo, Giovanni Bonavia presenterà il suo romanzo La ballata del libero Svanzica.

Il 12 luglio alle ore 21:00 presso la Balconata S. Stefano Annalisa Fantini presenterà il suo romanzoLa polvere degli angeli.

CONCORSI

Premio Letterario Hannibal Lecter per racconti di genere

http://watsonedizioni.it/concorsi/hannibal-lecter/

Scadenza 1° agosto 2014

Premio Letterario Nabokov

http://premionabokov.com/

Scadenza ottobre 2014

index.php?option=com_acajoom&Itemid=999&act=log&listid=1&mailingid=77&subscriber=6502

giugno 26, 2014

UTIC- 2014 Results

Filed under: translations — Linguaculture @ 4:30 pm
637581bd19f195bad6ff34917ca851c4_160x700.png

Dear Friends!

The conference is already a history, and we are excited to share UTIC-2014 results with you. On our website, you will find a summary of a rich program of the event and feedback from some of our industry’s influencers.

The conference photo album captures some of the best moments of the two-day conference.

In July, we start publishing recorded conference sessions. You can find them on our website. The entire program will be publicly available by April 21, 2015.

If you would like to get full early access to all of the video materials (35 presentations, more than 20 hours of distilled industry knowledge, best practices and thoughts of inspiration), they are available on demand.

Get access to videos

All videos are available in both English and Russian.

If you would like to watch only one particular video of the info.

UTIC-2014. The Opening Ceremony

f7e465fc53ad38ba971540d90fbf2c4e_video-records.jpg

Organizer

logo-intext.png

UTIC-2014 Sponsors:

LS%20logo%201_footer.jpga-clid_footer.pngLogrus_logo_footer.jpgmoravia_logo_vector.jpglogo_print_footer.jpgLogo-ABBYY-Language-Services-footer.pngpromova_360x218_website.jpgata-logo_footer.jpgGALA_large_footer.jpgTR-logo360_128.jpgELIA%20logo_footer.jpg

go.php?i=130224&e=dHJhZHV6aW9uaTFAYWxpY2UuaXQ=&l=open

giugno 24, 2014

La concorrenza sleale nel settore degli appalti pubblici: il mercato della traduzione e dell’interpretariato

Filed under: translations — Linguaculture @ 6:54 pm

La concorrenza sleale nel settore degli appalti pubblici:

il mercato della traduzione e dellinterpretariato

Nell’attuale crisi economica già di per sé grave, si è venuto ad aggiungere l’effetto della nuova legge sugli appalti pubblici, che a partire da gennaio del 2013 prevede che tutti gli enti pubblici, per l’acquisto di merci e servizi tramite gare d’appalto, utilizzino il portale della CONSIP, cosiddetto MEPA, nonché gli altri portali delle rispettive Regioni e dei rispettivi Comuni.

Tralasciando la discussione sulla validità di questo sistema, a mio avviso discutibile, nel caso specifico della traduzione e dell’interpretariato, questi portali sembrano particolarmente inadeguati e inappropriati, tenuto conto dell’importanza che l’elemento fiduciario ha in questo tipo di professione. Inoltre, l’utilizzo di questi portali non fa altro che vanificare la stessa esistenza delle associazioni di categoria e tutte le conquiste finora ottenute dalle stesse in collaborazione con il COLAP, l’ACTA e via dicendo, ovvero il riconoscimento delle competenze dei professionisti non ordinisti, degli standard di qualità, e della garanzia di formazione continua per assicurare una prestazione di alto livello al cliente.

I bandi pubblicati su questi portali o comunque sui siti Internet degli enti appaltanti presentano vari problemi, fra cui:

  • il criterio del prezzo più basso, come unico criterio che possa dar luogo all’aggiudicazione dell’appalto;
  • la scarsa conoscenza delle realtà del settore, che fa sì che spesso i bandi siano incorretti e quindi devono essere revocati e riemessi in seguito, con perdita di tempo per gli stessi enti pubblici;
  • l’estrema difficoltà di utilizzo, sia per gli enti appaltanti che per i fornitori iscritti, in quanto la terminologia è a dir poco criptica, e solo con l’aiuto (limitato ahimè!) degli operatori dell’apposito call centre si può venire a capo dei relativi meccanismi;
  • la scarsa trasparenza, perché non c’è l’obbligo di pubblicare l’aggiudicatario del bando a conclusione della procedura di aggiudicazione, quindi non si comprende, se il fine del sistema era la razionalizzazione della spesa pubblica e la trasparenza, perché ciò non sia previsto e reso obbligatorio; è vero anche che è facile aggirare il sistema per l’ente che vuole dare l’appalto a una specifica ditta fornitrice, così come reso evidente dagli arresti effettuati recentemente ai vertici dell’EXPO 2015. La difficoltà sta principalmente nell’aspetto burocratico che qualunque malfattore si può permettere di aggirare pagando un impiegato paziente e scrupoloso;
  • c’è poi il paradosso che in molti casi, nonostante la digitalizzazione delle procedure, viene ancora richiesta l’apposizione di marche da bollo sui documenti da presentare e firme digitali dei fornitori, mentre gli enti appaltanti spesso non rispettano le regole imposte dalla legge perché i tempi burocratici sono comunque lunghi, ma la traduzione quasi sempre deve essere consegnata in tempi stretti, quindi si rischia di iniziare il lavoro senza nemmeno ricevere il contratto, cosa che nessun professionista farebbe con un cliente privato. Insomma, le condizioni ormai non le possiamo più dettare noi professionisti, e sono tutte a favore del committente/ente appaltante.

Pertanto, viene lecita la domanda: ma siamo sicuri che questo sistema serva a razionalizzare la spesa pubblica? La trasmissione Report su RAI3 del 2 Dicembre 2012 (https://www.youtube.com/watch?v=f-ZMMBzU1XY) ha provato a descrivere come funziona la CONSIP, ma ha solo scalfito la questione in superficie.

C’è poi da evidenziare un grave elemento discriminante nell’impostazione del sistema di questi portali in quanto sono diretti solo alle imprese e non ai singoli professionisti. E anche se fosse rivolto a questi ultimi sarebbe impossibile per loro parteciparvi, infatti i requisiti che vengono elencati sono ovviamente riferiti alle imprese (con riferimento alla capacità economico-finanziaria, la possibilità di richiedere fideiussioni in banca, l’acquisizione di certificazioni ISO, ecc…), ignorando del tutto le competenze e l’esperienza che un professionista che lavora da 20-30 anni può aver acquisito nel tempo.

Né è fatta menzione da nessuna parte di altri “standard qualitativi” e, in particolare, non è mai richiesto la status di “professionista ex L. 4/2013”. In questo modo, solo le grandi società di traduzione e interpretariato possono partecipare a tali bandi determinando così una corsa al ribasso che ha, come unica conseguenza, un livellamento verso il basso dei servizi offerti a scapito della qualità. Nessuna agenzia si servirà più degli interpreti e traduttori qualificati che in virtù del loro investimento nella formazione continua, nell’assicurazione per la responsabilità civile professionale, nell’iscrizione a un’associazione di categoria che figura nelle liste del Ministero della Giustizia e del MISE possono garantire la qualità, in cambio di un giusto compenso necessariamente alto.

E’ quindi inevitabile che si venga a creare una situazione di concorrenza sleale fra coloro che si richiamano alla legge 4/2013 e che, pertanto, devono garantire il rispetto di una serie di norme e standard e gli altri fornitori che, non avendo alcun obbligo, possono proporre servizi a prezzi decisamente stracciati.

Tutte le associazioni di categoria dovrebbero farsi portavoce di questa situazione presso gli enti competenti, ovvero il Ministero del Tesoro, a cui fa capo il portale CONSIP, e la Regione e il Comune per gli altri portali, chiedendo con forza che il riferimento alla L. 4/2013 figuri come “conditio sine qua non” per partecipare a tali gare, se non addirittura chiedendo di stralciare tali servizi altamente professionali dall’obbligatorietà di legge. Solo così, le aziende invitate a partecipare ai bandi saranno costrette a rivolgersi ai professionisti seri piuttosto che dare l’incarico alle hostess anziché alle interpreti, che hanno tariffe decisamente più basse, per incarichi per cui non sono preparate.

A sfruttare questa situazione ci sono i soliti furbi che offrono formazione per imparare a gestire questi strumenti, dietro richieste di pagamento piuttosto onerose. Gli enti territoriali avrebbero dovuto svolgere questo ruolo ma di fatto sono stati pochissimi quelli che l’hanno effettivamente fatto e fatto gratuitamente. Se si vuole incoraggiare o convalidare l’utilità di questo sistema, laddove esiste un obbligo di legge, deve essere l’autorità stessa a mettere a disposizione gli strumenti per la divulgazione e l’utilizzo dello stesso.

Da notare che la legge 4/2013, già più volte citata, avrebbe il fine di tutelare l’utente, ma in questo modo, avviene l’esatto contrario. Gli enti pubblici, utenti in questo caso, dovrebbero essere tutelati maggiormente rispetto a un utente privato. Il paradosso è che a causa della ‘spending review’ che impone tagli in tutti i settori del pubblico, per ottenere dei prezzi e delle tariffe favorevoli di beni e servizi, si rischia di nuocere al beneficiario stesso. Dall’altra parte, i professionisti non hanno alcuna tutela, vedono un’erosione del proprio mercato a beneficio di figure scarsamente qualificate, pagano imposte e contributi iniqui e sostengono costi crescenti per lo svolgimento delle proprie attività proprio per rispondere a quei requisiti che dovrebbero posizionarli meglio sul mercato ma che, per ora, li penalizzano. A che serve qualificarsi sempre di più se poi il lavoro viene a mancare a causa dei costi determinati dall’esigenza di maggiore qualità e affidabilità? L’impoverimento di massa non giova a nessuno.

Beatrice Romano, interprete-traduttrice, socia AITI e ASSOINTERPRETI

Musica e Lirica: due appuntamenti

Filed under: musica — Linguaculture @ 1:00 pm
Musica e Lirica: due appuntamenti
La Fondazione Montanelli Bassi, l’Associazione “Artemide” (Musica Arte Spettacolo) e l’Istituto Comprensivo Montanelli- Petrarca presentano due appuntamenti dedicati al mondo della musica e della lirica.

RECITAL LIRICO Con Aperitivo
Venerdì 4 luglio ore 18,00 presso il Chiostro di Palazzo Della Volta, via San Giorgio 2 Fucecchio

IL BARBIERE DI SIVIGLIA di G.Rossini
Domenica 6 luglio ore 21,00
Esibizione dei solisti della Masterclass tenuta dal M° Laura Brioli, Ensemble Artemide
presso l’auditorium "la Tinaia", Parco Corsini, Fucecchio.

INGRESSO LIBERO

Iniziative con il patrocinio e il sostegno di: Comune di Fucecchio, Banca di Cambiano, KreaProject

Fondazione Montanelli Bassi
via G. di San Giorgio, 2
Casella Postale 190
50054 FUCECCHIO (Fi)
Tel e fax 0571 22627

giugno 22, 2014

UCLTransInter Translation News (21/06/14)

Filed under: translations — Linguaculture @ 5:27 am

Translation News

Centre for Translation Studies (CenTraS) @ UCL

21st June 2014

1………………………………………………..

Máster en Investigación en Traducción e Interpretación

Online

Universitat Jaume I

www.uji.es/ES/infoest/estudis/postgrau/oficial/e@/22891/?p_url=/ES/infoest/estudis/postgrau/oficial&p_item=22891&pTitulacionId=42180 4

2………………………………………………..

Conference

2014 Audio Description Project (ADP) Conference – Audio Description: *Eye* Hear theDifference!

13-15 July 2014

Riviera Casino and Hotel – Las Vegas, NV

jsnyder

http://adpregister.acb.org

3………………………………………………..

Conference

Sixth Annual Audio Description Institute

The American Council of the Blind’s Audio Description Project

16-18 July 2014

Riviera Casino and Hotel – Las Vegas, NV

jsnyder

http://adpregister.acb.org

4………………………………………………..

Prize: call for nominations

Sixth Annual Audio Description Project Awards

www.acb.org/adp

5………………………………………………..

Journal: call for papers

Dragoman – Journal of Translation Studies

info

www.atinternational.org

6………………………………………………..

New publication

The AALITRA Review – Special issue on Translation Transnation

Number 8, May 2014

www.nla.gov.au/openpublish/index.php/ALLITRA

7………………………………………………..

Conference: call for papers

Translators at Work: Ergonomic Approaches to Translation Practice and Training

Université Stendhal Grenoble

5-6 March 2015

http://ilcea.u-grenoble3.fr/gremuts/spip.php?rubrique42

8………………………………………………..

Panel: call for submissions

Repackaging books for a new audience: Innovative approaches to research on cross-cultural literary flows

Convened byGabriela Saldanha and Célia Maria Magalhães

http://iatis.org/index.php/iatis-belo-horizonte-conference/item/985-panel-5

Conference of the International Association for Translation & Intercultural Studies (IATIS)

Belo Horizonte, Brazil

7-10 July 2015

www.iatis.org/index.php/iatis-belo-horizonte-conference

Older Posts »

The Silver is the New Black Theme. Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: